Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
31 dic

Roma, guida al Capodanno: concerti, spettacoli e musei aperti

Il cielo coperto e qualche possibile goccia di pioggia non frenano l’attesa per il concerto al Circo Massimo con protagonisti Edoardo Bennato e la band salentina dei Negramaro: un evento blindato da metal detector e forze dell’ordine, al via alle ore 22 e che andrà avanti fino a tardi, con le linee della metropolitana aperte fino alle 2.30 di notte. Ma dopo le feste della notte di San Silvestro, tra idee per bambini, comicità in teatro e sfrenati party fino all’alba, dal centro alle periferie, anche la giornata di Capodanno riserva tempo da dedicare al divertimento, alla cultura con i musei aperti e perfino allo shopping.

In periferia. La sera del 31 dicembre sarà da vivere anche in periferia, con i quattro eventi organizzati ai capolinea delle linee della metropolitana A e B: Anagnina, Battistini, Laurentina e Rebibbia, che si animano già dalle ore 18 con animazione per bambini e laboratori, per andare avanti fino alla mezzanotte con show d’ogni tipo. Dal nuovo circo della compagnia Ondadurto a Laurentina, dove il cenone street food sarà cucinato dalla chef stellata Cristina Bowerman, al concerto di Enrico Capuano e Tammurriata Rock a Battistini (21.30), passando per le performance di video mapping ad Anagnina, a cura del collettivo brasiliano United Vjs (ore 22), fino alle acrobazie circensi in programma a Rebibbia da sera e fino a mezzanotte.

In teatro. I grandi classici di Gigi Proietti al Parco della Musica, la comicità di Battista all’Olimpico e il one woman show della Gerini al Quirino, e poi ancora il Marchese del Grillo di Montesano al Sistina e Andrea Rivera alla Sala Uno, fino ad Antonio Rezza al Vascello e al musical Sister Act al Brancaccio, ma anche l’Argentina con “Ritratto di una capitale” e l’Argot studio con “Mi lascio”. I teatri grandi e piccoli della città aggiornano la programmazione in attesa del nuovo anno, con due spettacoli pensati ad hoc per l’occasione: al Palazzo dei Congressi il cenone sarà arricchito dalle battute di Teo Teocoli e Max Giusti, mentre all’Auditorium Conciliazione partono le repliche di “Brachetti che sorpresa!”, il varietà di Arturo Brachetti tra trasformismo, stravaganze e illusionismo. E nel pomeriggio di Capodanno, Maurizio Battista insieme a Mauro Pallotta sarà anche in piazza del Campidoglio (ore 16), dove le sue gag arricchiranno il brindisi di auguri del consigliere Michele Baldi all’ombra della statua del Marco Aurelio.

In musica. Immancabili i concerti e i dj set dance e techno di Amore festival, che la sera del 31 rinnova l’appuntamento alla Fiera di Roma con una line up arricchita dai migliori dj del mondo, da Dave Clarke a Paul Ritch, da Ricardo Villalobos a Solomun. Tra le feste in discoteca più attese anche il party targato Muccassassina in programma al Qube di via di Portonaccio, i beat del collettivo Amigdala alla Rampa di Centocelle e il Monk club di via Mirri, che organizza una festa con la collaborazione della casa editrice Minimum Fax. Il 1 gennaio invece, Amore festival ha in programma l’after-tea al Circolo degli Illuminati, dove dalle ore 18 salirà in console, tra gli altri, anche Skin, frontwoman degli Skunk Anansie. Il concerto di Capodanno è invece al Parco della Musica (ore 19), dove Gerardo Di Lella dirigerà i 70 elementi della Grand Òrchestra nella Sala Santa Cecilia, per il concerto “Roma Caput Musicae”, con le grandi musiche da film composte da maestri come Rota, Morricone, Piovani e Cipriani. L’orchestra del conservatorio di Santa Cecilia, il piano di Danilo Rea e la partecipazione di Gino Paoli sono invece gli ingredienti nel concerto al Teatro Eliseo (ore 16), con classici come i valzer di Strauss e le arie di Verdi.

Per bambini. Se il parco divertimenti Raibow Magicland resterà aperto tutta la notte di San Silvestro, tra spettacoli dal vivo e attrazioni rocambolesche, il Capodanno dei bambini è da vivere anche in città, con la festa pensata ad hoc dalla Locanda Atlantide (via dei Lucani 22b), dove è in programma lo show cooking di Donpasta e attività ricreative per i più piccoli. Clown, arte circense e musica dal vivo sono invece in scena al teatro Mongiovino di via Genocchi, per attendere il 2016 con lo show “Diapason” (ore 21.30), pensato proprio per tutta la famiglia. “Babbo Natale va in pensione” è invece la commedia in programma alle 22 al teatro Furio Camillo, in cui lo sconsolato protagonista decide di smettere di distribuire regali, per poi lasciarsi convincere dalla Befana a continuare la tradizione.

In Vaticano. A poche settimane dall’inizio del Giubileo della Misericordia è attesa grande partecipazione anche agli eventi liturgici in programma in Vaticano. Perché se l’ultima sera del 2015 la basilica di San Pietro ospiterà la celebrazione dei Vespri e il Te Deum di ringraziamento a fine anno (ore 16.50), la mattina di Capodanno piazza San Pietro ospita come da tradizione l’Angelus Domini di Papa Francesco (ore 12), preceduto dalla messa in basilica vaticana delle ore 10. A garantire la sicurezza di fedeli e non, anche durante la notte di San Silvestro e nel resto della città, i 2.300 soldati dell’operazione “Strade sicure”, che affiancheranno le forze dell’ordine per il controllo e il pattugliamento delle principali aree metropolitane, dei luoghi di culto e degli obiettivi sensibili.

Shopping in stazione. Saranno le stazioni ferroviarie di Termini e Tiburtina le uniche gallerie commerciali aperte il primo giorno dell’anno, accorciando solo di poco l’orario di apertura dei negozi (dalle 10 alle 21). Per il resto i grandi centri di periferia, da Porta di Roma a Roma Est fino a Euroma2 rispetteranno il giorno di festività, aprendo nella maggior parte dei casi solo le aree dedicate alla ristorazione. Aperti invece i multisala interni ai centri commerciali, pronti a fare il pieno al botteghino con le nuove uscite cinematografiche del 1 gennaio, dal nuovo film di Checco Zalone “Quo vado?” all’adattamento cartoon dell’intramontabile “Il piccolo principe” di Antoine de Saint-Exupéry.

Musei aperti. Le nuvole attese per il 1 gennaio suggeriscono di dedicare il pomeriggio a una visita ai musei, tra quelli aperti anche nel giorno di festa. Come il Chiostro del Bramante, che ritarderà l’apertura alle 10 del mattino ma sarà visitabile fino alle 21 con la mostra dedicata a James Tissot. O anche gli spazi di Palaexpo, cioè Scuderie del Quirinale e Palazzo delle Esposizioni, aperti entrambi dalle ore 16 alle 22.30, con l’ultimo biglietto staccato alle 21.30. E se i civici come Ara Pacis e Capitolini resteranno chiusi, sarà straordinariamente aperto il Maxxi, dalle 11 alle 19, dove visitare la mostra “Istanbul. Passione, Gioia, Furore”, sui fermenti artistici della città turca. Per restare in atmosfera natalizia, invece, aprono le porte anche a Capodanno le sale del Bramante di piazza del Popolo, che ospitano l’iconica esposizione “100 presepi”, con creazioni provenienti da tutte le regioni d’Italia e da 33 paesi del mondo.

Trasporti. Sedici linee autobus e metropolitane aperte fino alle 2.30 di notte. Per questa notte di San Silvestro l’Atac mette in campo un dispiegamento di mezzi mai visto prima. Oltre alle linee A e B, per la prima volta la C prolungherà il servizio, ma anche la rete di superficie sarà potenziata, con 16 linee attive per coprire zone non servite dalla metropolitana. Così se gli altri bus e tram termineranno alle 21, poi fino alle 2.30 circoleranno i le linee H, 070, 44, 50, 128, 223, 313, 336, 341, 507, 551, 716, 913, 980, oltre notturni N3 (sostitutiva della ferrovia Roma-Lido) e N24 (sostitutiva della tratta urbana della ferrovia Roma-Viterbo), eccezionalmente anticipati dalle 21. Chi deve raggiungere il concerto di Negramaro e Bennato, però, dovrà servirsi delle fermate metro Colosseo o Piramide, perché la stazione Circo Massimo sarà chiusa, per motivi di sicurezza, già dalle ore 21. Per Capodanno, invece, il trasporto pubblico riprenderà alle 8 per seguire poi il normale orario festivo, con le metro in chiusura alle 23.30.

Viabilità. E se fino al 6 gennaio via dei Fori Imperiali resta integralmente pedonalizzata con la deviazione di tutte le linee bus, il concerto di Capodanno al Circo Massimo ha già comportato la chiusura al traffico di via dei Cerchi e via dell’Ara Massima di Ercole, mentre dalle ore 19 del 31 dicembre sarà chiuso anche Vico Jugario. Stop alle auto dalle 16, residenti esclusi, in di via delle Terme Deciane, da piazza di Santa Prisca a piazzale Ugo La Malfa, e dalle 18 in via di San Gregorio e via del Circo Massimo. Ma anche i quattro appuntamenti in corrispondenza dei capolinea delle metro A e B modificheranno la viabilità. Come a Laurentina, con la chiusura di viale dell’Aeronautica tra via dell’Arte e via delle Montagne

Rocciose. O a Rebibbia, con lo stop della complanare di via Tiburtina nel tratto compreso tra via Lanciano a via Casal de’ Pazzi. E nel pomeriggio di San Silvestro, modifiche alla viabilità anche in centro per il passaggio delle competizione “We Run Rome”: un percorso di 10 chilometri al via alle 14 da viale delle Terme di Caracalla, toccando da via del Teatro Marcello a piazza di Spagna, da piazza del Popolo a villa Borghese, da via Veneto al Rione Monti fino al Colosseo.

es_ES
it_IT
en_US