Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
1 nov

Roma, “I funghi e il bosco” in mostra il 5 e il 6 novembre al Semenzaio di San Sisto

Appuntamento per gli appassionati di funghi il prossimo fine settimana. Il 5 e 6 novembre, infatti, si svolge la XV edizione della mostra “I funghi e il bosco – visite guidate nel mondo dei funghi” che anche quest’anno si terrà nella splendida cornice dell’Aranciera del Semenzaio di San Sisto, in piazzale di Porta Metronia 2. La mostra, organizzata dall’associazione Nuova Micologia e dall’Assessorato alla Sostenibilità ambientale del Comune, risponde alle domande: come godere del piacere dei funghi a tavola senza esserne avvelenati? Come conoscere e difendere i funghi per il loro determinante ruolo nella salvaguardia della biodiversità ambientale? Che cosa fare dei funghi che crescono negli 82.000 ettari di verde agricolo o protetto di Roma, che fanno della Capitale una delle città più verdi d’Europa?

La collaborazione tra Nuova Micologia e il Dipartimento Tutela ambientale ha permesso di offrire alla cittadinanza uno spazio unico nel suo genere in cui ammirare e studiare i funghi nel loro ambiente naturale. La XV edizione della mostra intende fornire un quadro esaustivo sulle varie specie di funghi esistenti nel Lazio, sul loro habitat, e informare sulla loro commestibilità o pericolosità. Nelle scorse edizioni Nuova Micologia ha esposto in media trecento specie. I visitatori saranno assistiti da esperti micologi che, oltre a descrivere le specie esposte, risponderanno alle curiosità relative al mondo dei funghi: dai luoghi più adatti alla ricerca alle varie utilizzazioni gastronomiche.

I funghi sono un alimento prelibato e ogni anno in autunno i boschi si riempiono di cercatori più o meno esperti che vogliono raccogliere le specie migliori, evitando le circa 50 specie velenose presenti in natura, tra le quali la più conosciuta è l’ovolaccio (Amanita muscaria) dal tipico cappello rosso a macchie bianche: purtroppo non è raro che si verifichino pericolosi errori di identificazione con l’ovolo buono (Amanita Caesarea).

La mostra sarà inaugurata sabato 5, alle 10.30, e proseguirà fino alle 19.00. Stesso orario anche per domenica 6. L’ingresso è gratuito. La visita offre anche l’occasione per conoscere l’Aranciera e il Semenzaio di San Sisto dove è possibile, previo appuntamento, scoprire un luogo affascinante e carico di storia, una stupenda area verde immersa nella città che ospita alberi centenari e specie rare. Nel Semenzaio è anche coltivata la collezione di azalee che ogni anno, nel periodo della fioritura, è esposta lungo la

scalinata di Trinità dei Monti a piazza di Spagna, nonché una ricca collezione di orchidee.

I visitatori potranno iscriversi ai corsi di micologia e sulle erbe eduli organizzati da Nuova Micologia, esaminare le pubblicazioni esposte in un apposito settore e acquisire informazioni sulle ricerche, sui convegni e sui corsi organizzati dal Coordinamento Associazioni Botaniche, Ecologiche e Micologiche, in collaborazione con le Università la Sapienza e Tor Vergata.

es_ES
it_IT
en_US