Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
15 feb

Roma, il II municipio istituisce il registro per il testamento biologico

Il II Municipio istituirà un registro per il testamento biologico a disposizione dei cittadini che vorranno indicare le proprie volontà per il fine vita. E’ stata approvata infatti dal consiglio municipale una mozione presentata dalla Lista civica e Radicali che impegna la presidente Francesca Del Bello a varare un apposito elenco.

“La questione del testamento biologico” si legge nella mozione “continua ad essere una battaglia di civiltà che ad oggi non ha trovato una definizione normativa e legislativa, date le numerose iniziative in discussione in Parlamento ma che non riescono ancora ad essere approvate. Dalle vicende Welby ed Englaro in poi numerosi pronunciamenti della magistratura (vedi sentenza della Corte di Cassazione 21748/2007, confermata dalla Corte Costituzionale nell’ottobre 2008) hanno sancito il diritto di ciascuno poter decidere autonomamente che tipo di trattamento ricevere nel caso di grave invalidità e di acclarata impossibilità di poter tornare a condizioni di vita per lui accettabili, ossia il diritto di poter determinare come e fino a quando continuare le cure necessarie a tenersi in vita e quale debba essere il confine oltre il quale si debba parlare di accanimento terapeutico, giudizio che deve essere lasciato all’insindacabile valutazione del singolo, previa determinazione scientifica dell’impossibilità a recuperare uno standard di vita che possa accettare”.

“Il Municipio” spiega Fabio Cortese, uno dei firmatari della mozione “già nel passato ha dimostrato grande sensibilità sul tema dei diritti istituendo il registro delle unioni civili prima del varo della legge nazionale sullo stesso argomento. Ed ora, nel momento in cui in commissione alla Camera si comincia

a discutere una proposta di legge, ha deciso di istituire il registro del testamento biologico, che consentirà agli abitanti del Municipio di ufficializzare le proprie volontà di cui si dovrà tener conto nel malaugurato caso in cui ci si trovi in uno stato d’infermità irreversibile. Non solo. Con una campagna di comunicazione aiuteremo i cittadini stessi a comprendere l’utilità e le modalità di fruizione del registro”.

es_ES
it_IT
en_US