Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
27 nov

Roma, imprese in rete per migliorare la Capitale

Portali e app per informare sulle eccellenze del rione, ma anche interventi di manutenzione, pulizia delle strade, illuminazione e arredo, mobilità sostenibile, guide ai luoghi di pregio. E ancora, a Monti itinerari verdi con piante e fiori a caratterizzare le strade che portano al cuore verde di villa Aldobrandini. A Trastevere, bacheche d’artista per illustrare i monumenti storici. A via Ottaviano, illuminazione a Led per renderla più bella e sicura.

Cinquecentotrenta tra negozi, bar, ristoranti, associazioni culturali, cinema, teatri e società di servizi del Centro si sono riuniti in reti per migliorare la città partecipando al bando della Regione che assegna un finanziamento di 100 mila euro ciascuno ai migliori progetti presentati entro il 15 novembre alla Pisana, che dovranno realizzarsi in un anno dal momento della concessione dei fondi.

Al I Municipio sono arrivate ben tredici richieste per programmi di Rete, da piazza Risorgimento (40 aderenti) a Monti ( 69) , Monti Alta (43), via Ottaviano (44), Castel Ant’Angelo ( 31), Aventino (36), Mercato Vittoria (31), Trastevere (36), via Merulana e dello Statuto (35), via Nazionale (45), via San Giovanni in Laterano (44), via Cavour (36), via Sistina e via Crispi (33).

Tra i progetti, sempre a Monti una Carta della vita notturna per combattere l’abusivismo, ridurre il rumore e l’abuso di alcool nei locali anche attraverso un sistema di premi a quelli più virtuosi. E poi un festival della letteratura in via Madonna dei Monti, antica strada di librai. Mentre a Trastevere cestini d’artista per la raccolta dei rifiuti oltre a installazioni di opere d’arte in tutto il rione. Infine ancora via Ottaviano con i Totem per informare i turisti e contrastare il fenomeno degli “acchiappa clienti”.

“Il commercio, quello di qualità” spiega la presidente Sabrina Alfonsi, “può contribuire in maniera rilevante al superamento della crisi economica, al contrasto al degrado e alla riqualificazione di spazi urbani, soprattutto nel centro storico, dove abbiamo la più alta concentrazione di attività commerciali: il 60 per cento di tutte quelle romane. Queste Reti di Impresa potrebbero attingere più facilmente ai finanziamenti europei e usufruire della riduzione di imposte locali se investono in beni pubblici.”.

“Abbiamo lavorato tanto sul territorio affinché il bando della Regione Lazio diventasse una grande opportunità per diffondere a Roma la

cultura di Rete” aggiunge l’assessore municipale al Commercio Tatiana Campioni “A prescindere dagli esiti della valutazione, la partecipazione massiccia al bando da parte degli operatori economici del Municipio è il segno di una grande vitalità e della voglia di fronteggiare la tendenza che ha spostato il consumo nei grandissimi Centri Commerciali. Da parte nostra auspichiamo che la Regione renda disponibili ulteriori risorse per finanziare iniziative analoghe”.

es_ES
it_IT
en_US