Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
12 mar

Roma, la mamma disperata (per finta) di Federica Cifola

Se per caso una è madre, ha avuto il pargolo (o i pargoli) che i venti anni li aveva superati da un pezzo, e va a vedere questo spettacolo, non può far altro che ridere dall’inizio alla fine. E sentirsi sollevata: perché c’è qualcun’altra che capisce, che ha provato le stesse cose e che sa dirlo facendoti divertire.

Per esempio: “Avete mai provato a: fare la spesa, allattare, chattare, twittare, cambiare un pannolino, lavorare, preparare la cena, le pappette, svegliarsi di notte perché un frugoletto piange… Tutto lo stesso giorno, sapendo che il giorno dopo… accadrà di nuovo.

Dice: ma lo fanno tutte le mamme!

Rispondo: ma io pensavo che scherzassero!”

E ancora: “Che bello diventare mamma, da donna grande, da adulta, con un passato. Vuoi mettere l’esperienza di una quarantenne, rispetto a una ventenne?

È bello… perché non sei più una ragazzina! Appunto! Non sei più una ragazzina e non ce la fai a spingere la carrozzina…e tra un po’, al parco, sarà tua figlia a spingere la tua.

E vogliamo parlare della coerenza/invidia delle tue amiche non-mamme? Ti dicono: amica, la tua maternità non cambierà la nostra amicizia. Infatti non la cambierà, perché la nostra amicizia finisce lì, cristallizzata dopo quelle parole.

Non solo l’amicizia, tutto cambia: il ristorante deve avere per forza un clown all’ingresso, il cinema è solo una serie infinita di ere glaciali, la canzone che canticchi sempre è la sigla di Peppa Pig e il massimo della sessualità che rimane con tuo marito, è un abbraccio voluttuoso nell’intimità della vostra alcova… stando ben attenti però a non schiacciare quel bambino che da quando è nato, dorme fisso in mezzo a voi”.

E poi c’è la parentesi delle mamme famose della storia, della politica e dell’attualità: “dalla mamma di Nerone alle prese con un bambino “focoso”, alla mamma di Renzi alle prese con un figlio che rottamava i vecchi giocattoli: invece del trenino già voleva il Freccia Rossa”.

Il 12 marzo Federica Cifola – che ha un passato teatrale di tutto rispetto – porta il suo spettacolo al Teatro Comunale di Formello, mentre il 17 e il 18 marzo sarà al Teatro Uniko di Formello. Nota per le sue imitazioni della ministra Anna Maria Cancellieri e di Agnese Renzi, ha debuttato a teatro a 19 anni interpretando la protagonista femminile de Il berretto a sonagli di Luigi Pirandello, per poi interpretare, tra gli altri,

i personaggi di Brecht e Gogol. In televisione ha partecipato a “Visitors” di Gregorio Paolini, “Assolo” di Fabio Di Iorio, “Due sul divano” di Fabio Di Iorio, “Bra” di Serena Dandini, “Sabato italiano” con Pippo Baudo, “Second Italy” di Amurri-Brunetta, fino ad approdare alla Gialappa in “Mai dire martedì”. Un curriculum di tutto rispetto che si vede e si sente dalla prima all’ultima battuta.

es_ES
it_IT
en_US