Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
28 feb

Roma, Mafia Capitale, scarcerato il braccio destro di Carminati

Riccardo Brugia, braccio destro di Massimo Carminati, condannato a 11 anni di carcere in primo grado, nel maxi processo Mafia capitale, è stato scarcerato dal tribunale del riesame e messo agli arresti domiciliari.

A cinque giorni dall’inizio del processo di Appello che doveva cominciare il 5 marzo invece inizierà martedì 6 nell’aula bunker di Rebibbia, i giudici del Riesame, accogliendo l’appello della difesa, gli avvocati Ippolita e Giosuè Naso, hanno stabilito che le esigenze cautelari, dopo tre anni di carcere, si sono affievolite.

Così, l’uomo operativo del clan dell’ex Nar Carminati, da domani sconterà la condanna a casa. Brugia, anche lui militante dei nuclei armati rivoluzionari, è considerato l’armiere della banda. Il suo curriculum penale lo annovera tra i rapinatori romani più potenti e recidivi, legati all’estrema destra. Ebbe un ruolo centrale nella sangionosa rapina alla banca Commerciale in viale Isacco Newton la mattina del 23 giugno del ’94 in cui morì una guardia giurata.

Alla fine degli anni ’90 Brugia balza agli onori della cronaca per la sua relazione con la soubrette Anna Falchi e nel dicembre del 2016 viene arrestato con l’accusa di associazione di stampo mafioso nell’inchiesta Mondo di mezzo portata avanti dai pm Luca Tescaroli

e dagli aggiunti Paolo Ielo e Giuseppe Cascini del pool Antimafia. L’alter ego del Cecato secondo l’impianto accusatorio sposato dai giudici del primo grado era colui che andava a recuperare i crediti per la holding e si occupava delle esorsioni. Oltre a essere il custode delle armi del sodalizio.

Da domani, per decisione del Riesame, esce dal carcere e torna a casa dove sconterà il resto della pena in attesa della pronuncia dei giudici dell’Appello.

es_ES
it_IT
en_US