Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
6 mar

Roma, manager a lezione dagli animali: corsi aziendali tra foche e rapaci di Zoomarine

Rapaci per formare dirigenti d’azienda. Delfini, foche e leoni marini per fare lezione di team building e perfezionare la performance del personale. Non è la versione aggiornata dell’acquario con i dipendenti che nuotano tra i pesci davanti al mega direttore galattico di Fantozzi ma il programma di interazione uomo-animali proposto da Zoomarine. Il parco di Torvaianica infatti organizza corsi per manager e gruppi di lavoro partendo dall’esperienza degli animali. E così una giornata di formazione aziendale per dieci persone ha il costo base di 5mila euro.

“È una nuova tecnica di costruzione della leadership e gestione del lavoro di gruppo costruito sull’interazione tra uomo e animali marini – spiegano a Zoomarine – il corso prevede la partecipazione degli ospiti a un gioco interattivo incentrato su diverse trame narrative costruite in base alle esigenze dell’azienda con l’impiego degli animali, affiancati da attori-figuranti. L’esperienza interattiva di circa 4 ore è costruita su parole chiave come lavoro di squadra, problem solving, leadership”.

Il programma di team working sarà operativo tutto l’anno, si rivolge a top manager come a impiegati ed operai. Al centro del progetto ci sono gli animali, delfini, foche e leoni marini in primis. Ma anche rapaci come le aquile reali. “Ci piace l’idea di innovare e sperimentare, introducendo un modello di interazione uomo-animale, una occasione di crescita per manager e dipendenti delle aziende che riscoprono, grazie a questo programma, come migliorare le proprie doti comunicative e di leadership – spiega Renato Lenzi, ad Zoomarine Italia – E’ interessante osservare quali meccanismi di empatia e solidarietà possa generare il rapporto con gli animali, specialmente con i delfini e gli animali marini in genere”.

Il team building è una pratica che si realizza con le modalità più disparate, dalla caccia al tesoro ai viaggi avventura, dalle esperienza di sopravvivenza in condizioni estreme. “L’interazione viene articolata tramite un plot narrativo. Una delle azioni, ad esempio, prevede un ipotetico rapimento di alcuni animali del parco e la necessità di salvarli, smascherando i rapitori attraverso una fitta rete di indizi – spiegano a Zoomarine – A comunicare gli indizi sono gli stessi animali, affiancati da esperti in mammiferi marini e a figuranti”

Al format si applicano i principi cardine del team building, ovvero quell’insieme di attività divertenti e coinvolgenti, da fare in gruppo, che stimolano un senso di appartenenza al team. “Ognuno contribuisce per quello che può alla realizzazione di un obiettivo comune. Obiettivo che deve essere identificato e condiviso da tutti. In questo scenario trova perfetta collocazione il rapporto e le tecniche di relazione istruttore-animale. L’esperto, infatti, instaura con tutti gli animali un rapporto di fiducia grazie alla moderna tecnica addestrativa nota come “operant conditioning” che si propone di massimizzare le capacità naturali e acquisite di ogni animale premiando ogni sua attività positiva”.

L’interazione tra animali e persone è una costante che caratterizza il parco acquatico di Pomezia. Come nel caso di “Emozione Pinnipedi”, un programma di interazione con foche e leoni marini, che consente di conoscere da vicino gli animali. Dopo una breve preparazione teorica, adulti e bambini possono immergersi in acqua con i pinnipedi, accompagnati dagli addestratori

e biologi.

“Quest’anno il Parco offre al pubblico un’esperienza più divertente, emozionante, avventurosa – spiega Umberto Solimeno, direttore Commerciale Zoomarine – L’interattività con gli animali e la possibilità di comprenderne meglio l’habitat e lo stile di vita grazie ad un preciso protocollo didattico internazionale sono al centro della filosofia del nostro gruppo, leader nei Parchi marini”.

es_ES
it_IT
en_US