Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
2 nov

Roma, mercato piazza Vittorio: Asl ok apertura. Ma manca impegno Comune su depositi merci

Dovrebbe riaprire venerdì mattina il mercato Esquilino. Stamani alle 10 i tecnici della Asl hanno effettuato un sopralluogo tra i banchi ravvisando il corretto svolgimento dei lavori di adeguamento dei bagni e il rispetto delle altre prescrizioni. Resta però un problema strutturale che esula dalla responsabilità degli operatori: l’amministrazione non ha mai realizzato i depositi per lo stoccaggio delle merci, perché in fase di realizzazione di costruzione, nel 2002, sono stati rivenuti dei reperti archeologici. “La Asl – spiega il consigliere comunale dem, Orlando Corsetti – ha dato disponibilità a riaprire da domani il mercato, ma alla determinazione dirigenziale va allegato un impegno scritto del Comune ad adeguare il mercato convocando una conferenza dei servizi entro i prossimi 180 giorni”. In prima fila per la risoluzione della problematica, l’assessore al Commercio del I municipio, Tatiana Campioni. Assenti invece gli amministratori comunali.

“Sto andando subito al dipartimento comunale alle Attività produttive per assicurarmi che parta la lettera alla Asl per la riapertura del mercato – dice Campioni – questa però è l’occasione per rilanciare una eccellenza romana. Il Comune adesso ha 180 giorni per convocare la conferenza dei servizi e trovare una soluzione alla questione dei depositi per le merci. Va individuata anche un’area per i parcheggi e il carico e scarico merci, come chiedono gli operatori. E va anche rivista la convenzione stipulata tra il Comune e la cooperativa che gestisce il mercato, per migliorare la manutenzione ordinaria”.

Attualmente la cooperativa reinveste il 90 per cento della tassa sul suolo pubblico “per gestire i servizi e la manutenzione ordinaria – spiega il presidente dei 133 operatori associati nella cooperativa Co.Ri.Me, Giancarlo Pompeo – ma questi fondi non bastano. Ad esempio, Il tetto del plateatico è in policarbonato: serve una climatizzazione costante, i motori dei climatizzatori lavorano sotto sforzo e spesso se ne rompe qualcuno: il costo

di ogni riparazione arriva fino a 17mila euro. Frequenti anche i guasti ai quattro ascensori. Senza dimenticare le bollette stellari figlie delle perdite d’acqua occulte, mai rimborsate”. Problemi che andranno risolti presto per il bene di uno dei mercati storici di Roma. “Adesso però – sottolinea Fausto Bonanni, un fruttivendolo da 40 anni a piazza Vittorio – è importante che arrivi la determina della Asl e che venerdì mattina il mercato sia aperto”.

es_ES
it_IT
en_US