Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
1 mar

Roma, molotov contro l’accampamento abusivo di lungotevere San Paolo

Attacco incendiario contro l’accappamento abusivo di lungotevere di San Paolo. Intorno alle 19 una molotov è stata lanciata contro le baracche fronte fiume, abitate da alcuni rom. A dare l’allarme sono stati i volontari della protezione civile, che hanno una piccola rimessa proprio a pochi passi dall’insediamento. Ora le indagini sono affidate alla polizia, che attenderà la fine dei rilievi della scientifica. “Abbiamo visto una scintilla piombare dall’alto, nel buio, e poi schiantarsi a terra – racconta un testimone – poi è partita la fiammata. Per fortuna si è spenta da sola pochi istanti dopo”. Nessun ferito, nessun danno. Ma tanta paura in un attacco che fa alzare l’asticella della tensione a poche ore dal voto per le politiche e le regionali.

Amedeo Ciaccheri, candidato della sinistra per il municipio VIII, punta il dito contro l’ultradestra: “Ecco il clima infame a Roma in quest’ultima notte di campagna elettorale. Una molotov lanciata contro gli insediamenti spontanei di Lungotevere di San Paolo là dove gli ultimi di questa città si adattano a situazioni di fortuna. Fortunatamente non c’è nessun ferito. L’amministrazione cittadina sceglie la via del decoro e della criminalizzazione e c’è chi la prende in parola cercando la strage assassina in forza di questo vento razzista che soffia in tutto il paese. La peggiore retorica razzista che accomuna la sindaca Virginia Raggi, ai daspo urbani di Minniti, ai palchi leghisti è il mare migliore dove nuotano i

gruppi neofascisti che oggi si candidano in parlamento. Gli stessi che ieri erano sotto Montecitorio a chiudere la loro campagna elettorale, gli stessi che stanno armando le mani assassine che cercano il morto da Macerata a Perugia. Serve che si moltiplichi sempre di più in città un’allerta antirazzista, richiamare la parte migliore di Roma a un fronte comune contro chi – sdoganato e legittimato – non si accontenta delle sfilate”.

es_ES
it_IT
en_US