Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
5 mar

Roma, Montuori nuovo assessore all’Urbanistica: “Sfida difficile ma bellissima”

“Vi presento il nuovo assessore all’urbanistica e ai lavori pubblici Luca Montuori. È un architetto e ha già lavorato con noi”. Così la sindaca Virginia Raggi nel corso di una conferenza stampa annuncia la nomina del successore di Paolo Berdini dimessosi il 14 febbraio scorso a seguito di polemiche per un’intervista carpita. Raggi ha sottolineato che c’è la volontà di scorporare la delega ai Lavori pubblici che, per ora, è stata affidata a Montuori.

Condividi

“Luca Montuori lavora con noi già da qualche mese e sono certa che condividerà il percorso del M5S in cui le decisioni sono prese in modo partecipato”. Così la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha presentato alla stampa il neoassessore all’urbanistica e temporaneamente anche ai lavori pubblici che prende il posto di Paolo Berdini. Il suo nome era circolato già ieri tanto che la sindaca all’inizio della conferenza stampa ha esordito scherzando con i giornalisti: “Non vi si può nascondere nulla…”.

“L’assessore Montuori avrà uno staff come tutti gli assessori. Ci sono persone che abbiamo già individuato e che saranno presentate al più presto. L’avvocato Lanzalone (che sta supportando l’amministrazione comunale nel dossier stadio della Roma, ndr) non ne farà parte”, ha detto Raggi rispondendo ai cronisti, durante la presentazione.

“Roma è una sfida difficile ma bellissima, forse la più bella che si può immaginare per un architetto”, ha detto il neo assessore all’Urbanistica, che ha continuato: “per Roma non basta una bacchetta magica, ma da qui in poi mi butto in mare senza ciambella e vediamo come va”. La sindaca Virginia Raggi allora gli ha risposto: “Ti assicuro che saremo noi la tua ciambella insieme ai cittadini”.

“La parola rinnegare non esiste nel mio vocabolario. Io ho lavorato per questa città, era un’esperienza

che ritenevo giusta in quel momento. Rinnegare è una cosa che non mi appartiene”, ha poi risposto Montuori a chi gli chiedeva se scegliendo di lavorare per il M5s rinnegasse il suo passato nel centrosinistra. Montuori ha poi ricordato che lavorava in un piccolo ufficio che trattava concorsi al fine di sostenere l’idea “che avevo già all’epoca ovvero che la città è un’entità pubblica, la città è di tutti”.

es_ES
it_IT
en_US