Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
15 nov

Roma, muore d’infarto ex azzurro dell’handball: aperta un’inchiesta

La procura indaga sulla morte della gloria della pallamano romana Giancarlo Lavini. Cinquantatre anni, ex componente della nazionale azzura negli anni Ottanta, Lavini si è accasciato a terra lunedi sera durante un allenamento con la sua squadra senior di pallamano. Il fascicolo è stato aperto dal pm Maria Cristina Palaia, con l’ipotesi di omicidio colposo, dopo la denuncia sporta in procura dai familiari dell’ex atleta. Al momento non ci sono indagati.

Lavini lunedì sera era nel centro sportivo Valentino Caruso, nel quartiere Settecamini. Stava giocando, come faceva spesso, con il gruppo storico di amici appassionati di pallamano. Durante la partitella, l’ex azzurro si è accasciato a terra. I compagni di squadra l’hanno soccorso immediatamente ma non sono riusciti a rianimarlo. Hanno chiamato subito i soccorsi del 118 che in circa 20 minuti sono arrivati nella struttura. I sanitari hanno provato a rianimare con il defibrillatore Lavini, che sembra avesse un pacemaker sentinella, ma non c’è stato nulla da fare. L’ex azzuro è stato portato via in ambulanza all’ospedale Sandro Pertini.

Gli accertamenti degli inquirenti dovranno stabilire se i soccorsi sono arrivati tempestivamente e se l’atleta poteva essere salvato. Nella

struttura, infatti, sembra fosse presente un defibrillatore ma non sarebbe stato usato.

Lavini era nato a Roma nel 1963. Dall’età di 11 anni aveva iniziato a giocare a pallamano nella polisportiva Tor di Quinto (con la quale ha vinto per due volte lo scudetto juniores) fino ad arrivare in serie A. Ha militato anche nello Sporting Gaeta e vestito la maglia della nazionale. Lavorava in tv, a La7, nella produzione dei programmi. Lascia la moglie, Monica, e quattro figli.

es_ES
it_IT
en_US