Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
25 mag

Roma, musica e balli del sud America: al Parco Rosati è Fiesta

Urban music dell’America Latina, hip pop, rap, reggaeton, dembow, mambo, merengue ed electro. E, ancora, concerti, balli e spettacoli. Ed è ancora più lunga la lista di eventi, chicche e dettagli del Fiesta, il Festival Internazionale di Musica e Cultura Latino Americana, giungo alla sua XXII edizione e in programma dall’1 giugno e fino al 30 settembre al Parco Rosati, all’Eur, nel IX municipio. Dopo la serata inaugurale, il primo concerto è in calendario per il 3 giugno: sul palco c’è il cantante dominicano di musica urban Secreto el Famoso, all’anagrafe Odalis Perez, classe 1987, attualmente in tour per Stati Uniti ed Europa. Il 9 giugno è il turno del famoso artista cubano Osmani Garcia, più ai vertici delle classifiche di tutto il mondo grazie a singoli come “El Taxi” con Pitbyll e “Flotando”. Il 7 luglio il gruppo cubano Los 4 salirà sul palco con strumenti per portare voci e cantare storie legate alla loro cultura, mentre il giorno dopo toccherà all’orchestra Elio Revé y su Charangòn, una delle più grandi formazioni del genere Changüí, attiva dal 1956: una chicca per gli appassionati del genere. Il 21 luglio il duo portoricano Plan B, formato dai cugini Chencho e Maldy Vega, faranno muovere bacini a suon di reggaeton. Agosto comincia col ritorno di una formazione particolarmente apprezzata dal pubblico: sono gli Habana d’Primera, musicisti di un’orchestra cubana di alto livello provenienti dalle più severe scuole di Cuba. A guidarli, con la sua voce, sarà Alexander Abreu. Ogni venerdì, inoltre, il pubblico potrà assistere al concerto della resident band del Fiesta, i Chirimia, guidati da Alvaro Hugo Atehortua Martinez.

Ma il calendario, chiariscono il direttore artistico Mansur Naziri e Follia Latina, verrà incrementato con cantanti, musicisti e band emergenti, che saliranno sul palco insieme al corpo di ballo ufficiale, formato da ben dodici ballerini che quest’anno sono rigorosamente di etnie differenti. Quest’anno lo spazio delle due piste da ballo, che ospiteranno anche scuole di danza, è stato ampliato e l’arredamento è ispirato ai grandi music club latino americani all’aperto, quelli dove ballare all night long sorseggiando un drink, ascoltando musica e rivedere i video storici del genere musicale su un grande ledwall, che trasmetterà anche foto delle più memorabili serate del locale in cui si balla senza sosta dal martedì alla domenica sulle note di Candela, Ramirez, Panchuela, Samurai, Adrian La Bomba, Chino, Max Hernandez, Salsi e Renato Santos.

Il tema di questa XXII edizione è l’incontro tra culture. Un argomento a cui tiene particolarmente il direttore artistico Mansur Naziri: “La presenza dapprima timida dei latino americani che vivevano in Italia è diventata sempre più consolidata, tanto da portare diverse ambasciate e comunità a Roma ad utilizzare Fiesta come luogo di incontro, anche istituzionale. Negli anni la musica è cambiata, ha subito nuove influenze e ora siamo giunti alle nuove generazioni, quelli che in Italia ci sono nati, mantenendo comunque vive le loro tradizioni, anche attraverso

la musica, e che rappresentano per me la vera integrazione. Sono convinto che l’integrazione passi dalla conoscenza e da sempre cerco di far conoscere il meglio della cultura latino americana attraverso il linguaggio più immediato che conosco: la musica che parla direttamente al cuore delle persone”.

Fiesta, via delle Tre Fontane 24. 1 giugno – 30 settembre, inizio concerti ore 23, info 06-96035234, prevendite 393-31274373.

es_ES
it_IT
en_US