Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
29 giu

Roma, nei parlamentini tutti a caccia di assessori

Come in Campidoglio, così sui territori. Nei 12 municipi sui 14 conquistati dai grillini (Ostia è commissariata, il Pd ha tenuto al centro e ai Parioli) si lavora per comporre la squadra di governo ma non tutti hanno ancora sciolto le riserve. E i neopresidenti, tra il risultato inaspettato e l’inesperienza del primo mandato, sono a caccia dei nomi per riempire tutte le caselle.

Un’atmosfera da “anno zero” che non riguarda però del tutto il III municipio. La presidente Roberta Capoccioni, responsabile contabile di una società commerciale, potrebbe tenere per sé le deleghe al Bilancio e al Patrimonio; al Commercio dovrebbe andare Gilberto Kalenda, che ha tentato la scalata al Campidoglio; al Sociale lo psicoterapeuta Giuseppe Sartiano; alla Scuola il giovane Simone Proietti; all’Ambiente Mimmo D’Orazio, presidente del comitato di Serpentara. Ma l’indiscrezione più ghiotta riguarda Giovanna Tadonio, avvocato e moglie di Marcello De Vito, neo presidente dell’assemblea capitolina, che potrebbe occuparsi di Sicurezza.

Missione compiuta al Tiburtino (IV) dove Roberta Della Casa è pronta a depositare domani la giunta composta dall’ex assistente di volo Alitalia, Rolando Proietti Tozzi (Politiche sociali), dall’urbanista Andrea Mariotti (Urbanistica e Trasporti), dall’avvocato Daniela Giuliani (Commercio), dall’esperto Onu in gestione dei disastri ambientali, Alessandro Pirrone (Lavori pubblici, Ambiente e Sicurezza). E ancora: Claudio Perazzini, specializzato nell’inclusione sportiva dei diversamente abili si occuperà di Sport e Emanuela Brugiotti curerà Bilancio e Trasparenza.

Non fa nomi, ma ha già composto la sua giunta, il minisindaco di Centocelle, Giovanni Boccuzzi, 59 anni, impiegato di banca e già consigliere M5s. “Presenterò i nomi al primo consiglio, l’8 luglio – dice Boccuzzi – ho scelto un impiegato del Wwf per l’Ambiente, mentre un architetto si occuperà di Lavori pubblici, e un dirigente di banca per il Bilancio”. Gli assessorati al Sociale e alla Scuola saranno diretti da due attivisti che hanno coordinato i rispettivi tavoli tematici municipali.

Ha sciolto le riserve anche il minisindaco di Tor Bella Monaca, l’attore e vigile del fuoco, Roberto Romanella. Gli assessori del VI municipio sono 5: l’architetto, Andrea De Caroli, guiderà i Lavori pubblici, Aristodemo D’Orrico, commercialista, si occuperà del Bilancio, alla Cultura la giornalista Rita Pomponio, esperta di beni culturali, all’Ambiente la giovane Katia Ziantoni, classe ’84 è una giornalista investigativa. Infine, Francesca Filipponi, esperta in bandi europei, proverà a trovare le risorse per finanziare le Politiche sociali in territorio ricco di fragilità.

Chi aveva in mente la squadra già prima del ballottaggio è la 44enne Monica Lozzi (VII municipio). Il nuovo assessore alla Mobilità del VII municipio si chiama Marco Pierfranceschi, ed è un esponente del movimento “#Salvaiciclisti”, l’ingegnere Claudio Stracqualursi sarà il titolare all’Urbanistica e Giuseppe Commisso ha accettato l’assessorato al Bilancio. L’assessore alla Scuola è Elena De Santis, insegnante di greco al liceo classico di Frascati, mentre Piero Accoto, dirigente del settore commerciale di un’azienda privata, si occuperà appunto di Commercio. La giunta sarà presentata ufficialmente al Consiglio, il 5 luglio.

A Garbatella (VIII municipio) Paolo Pace racconta di “aver chiesto aiuto agli attivisti della mailing list, vagliando decine di curriculum per una prima scrematura. Quando io, alcuni consiglieri eletti e altri iscritti al Movimento siamo arrivati a 2-3 nomi per ogni carica abbiamo convocato i pretendenti in municipio per un colloquio”. Così sono state riempite le caselle del Bilancio, dell’Ambiente, dei Lavori pubblici e del Sociali. Top secret però i nomi. “Saprete tutto solo l‘8 luglio, giorno del primo consiglio. Sono professionisti e laureati, alcuni hanno già collaborato con i nostri parlamentari”. Del tutto scoperti ancora Scuola e Commercio “ma piuttosto che affidarli in fretta e furia terrò per me le deleghe, poi si vedrà” conclude Pace.

Più fumosa la situazione al IX municipio, dove Dario D’Innocenti cerca lo “staff”, e al Corviale (XI). “La Giunta? Sto ancora valutando i curricula che sono arrivati. I cittadini si aspettano molto e la responsabilità è grande”, spiega il presidente del municipio Mario Torelli. “Sono passati dieci giorni — ribatte l’ex minisindaco dem Maurizio Veloccia — e non si conoscono proposte e giunte. Molte persone del territorio non stanno dando la loro disponibilità”. Nel XII municipio “giunta praticamente pronta”, spiega il neo-presidente Silvia Crescimanno, che però non vuole anticipare nulla. “Ma sarebbe il momento di svelare qualcosa — aggiunge Lorenzo Marinone, consigliere municipale Pd — perché non conosciamo ancora le proposte della presidente, né i nomi degli assessori. Come opposizione, siamo molto dubbiosi sulle loro capacità di amministrare un territorio come il XII municipio, che parte dal centro storico e arriva fino a Maccarese”.

A Roma Nord, Alfredo Campagna, il conducente Atac e presidente del XIV municipio, dice: «Non voglio fare nomi, stiamo ancora aspettano le ultime conferme». Stesso discorso per il collega del XV, Stefano Simonelli.

Discorso a sé il I e il II municipio a guida Pd. Sabina Alfonsi, rieletta, annuncerà oggi i nomi dei sei assessori: riconfermati Jacopo Emiliani Pescetelli, Emiliano Monteverde e Tatiana Campioni.

Tra le new entry Giovanni Figà Talamanca, probabilmente alla Scuola. Qualche chilometro più in là, ai Parioli, la neopresidente Pd, Francesca Del Bello, ha già composto la rosa, ma senza sciogliere le ultime riserve. L’assessorato alla Scuola dovrebbe andare al capogruppo uscente dei dem, Andrea Alemanni, rieletto con una pioggia di voti, un’altra posizione dovrebbe essere ricoperta dal segretario del circolo Pd del Flaminio, Giampaolo Giovannelli.

es_ES
it_IT
en_US