Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
10 lug

Roma, omicidio Solomon: “Il Comune si costituisce parte civile”

Il Campidoglio si costituirà parte civile nel processo sulla morte dello studente americano Beau Solomon, spinto nel Tevere dopo una lite e deceduto per annegamento. Lo ha deciso la sindaca Virginia Raggi dando mandato all’avvocatura capitolina di intraprendere tutti gli atti necessari.

Una scelta che riscatta la prima cittadina dal silenzio che aveva manifestato nei giorni successivi al decesso del giovane. Per la morte del ragazzo, ucciso lo scorso 30 giugno dopo essere stato derubato della carta credito, è stato arrestato Massimo Galioto, un senzatetto che vive lungo gli argini del Tevere. Infatti alcuni testimoni avevano riferito alla polizia che il ragazzo americano era visibilmente ubriaco e due persone lo avrebbero avvicinato per derubarlo e, a rapina avvenuta, Solomon sarebbe stato lasciato solo sulla banchina, barcollante e indifeso, fino a quando non si sarebbe imbattuto in Galioto. Così dopo una lite furibonda tra i due, Beau sarebbe stato gettato nel fiume.

Secondo l’autopsia, Solomon sarebbe morto annegato. Il 19enne era ancora vivo quando è stato spinto nel fiume, come dimostra l’acqua trovata nei suoi polmoni durante l’autopsia, e le ferite trovate sulla testa sono dovute ai massi che, proprio all’altezza di Ponte Garibaldi, affiorano dall’acqua provocando delle rapide.

es_ES
it_IT
en_US