Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
19 set

Roma, Pallotta: “Sarebbe bellissimo se le Olimpiadi si tenessero nella Capitale”

“Sarebbe bellissimo avere le Olimpiadi a Roma, ma ci sono tante decisioni che vanno prese. Noi speriamo di avere lo stadio e aiutare la Capitale, non solo per le Olimpiadi”. Lo ha detto il presidente della Roma, James Pallotta, ospite questa mattina negli studi di Sky Sport 24. “Non mi sono occupato della questione olimpica con il sindaco Virginia Raggi, ma ne avevamo parlato in precedenza quando Roma stava per essere coinvolta. Abbiamo deciso di dare la disponibilità dei nostri impianti gratuitamente per i Giochi, perché mi piacerebbe molto vedere un’Olimpiade a Roma”, ha evidenziato Pallotta, ricordando il suo “conflitto interiore” quando anche Boston, la sua città, era fra le candidate per i Giochi del 2024.

E per quanto riguarda il nuovo Stadio, “ci lavoriamo già da 3-4 anni: l’incontro con la sindaca è stato fantastico, abbiamo parlato anche della squadra, dei nostri progetti, ma non abbiamo affrontato questioni particolari. Ogni tanto ci sono delle speculazioni da parte dei media, ma alcune difficoltà sono legate solo alle tempistiche. Abbiamo 40mila pagine di dossier, abbiamo parlato con le istituzioni competenti e speriamo di iniziare i lavoro a marzo”.

Quanto alla Roma: “Mi piacerebbe tantissimo che Spalletti rimanesse a lungo, abbiamo un ottimo rapporto, e lui ha un ottimo rapporto con Totti. È bello anche l’ambiente che si è creato nello spogliatoio. Luciano crede nella forza di questa Roma”. Così il presidente giallorosso, James Pallotta, ai microfoni di Sky sport 24. Il tycoon di Boston si è soffermato anche sul futuro di Totti, in scadenza di contratto a fine stagione, proprio come il tecnico: “Vederlo in campo anche il prossimo anno? Con Francesco non abbiamo parlato molto di queste cose, ma ci sono tante questioni da valutare come ad esempio il suo stato

di salute” ricorda il patron. “Lui sicuramente rimarrà con noi ancora per alcuni anni, ricoprendo un ruolo manageriale. La decisione è stata quella di tenere Francesco ancora in campo, ed è bellissimo vederlo lì. Ovviamente è stato importantissimo per la squadra e la città, ma continuo a ripetere che noi siamo una squadra, non abbiamo niente contro gli altri 10 giocatori. Gli altri lavorano insieme a Francesco e lui lavora per loro”.

es_ES
it_IT
en_US