Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
26 mag

Roma, piazza di Siena: selfie e autografi per gli italiani vincitori

Ostacoli, campioni del mondo e sole. Gli ingredienti per una giornata di gare e vittorie e ci sono tutti. I protagonisti internazionali del jumping si danno appuntamento oggi all’84esima edizione del concorso ippico di Piazza di Siena, che si concluderà domenica. Dopo i trionfi azzurri di ieri, il pubblico dell’ovale di Villa Borghese spera di sentir risuonare ancora l’inno di Mameli grazie ai cavalieri italiani impegnati nella Coppa delle Nazioni-Federation Cup. Una gara in cui si cimenteranno oggi i migliori atleti internazionali e a tenere alti i nostri colori ci saranno, in sella ai loro cavalli, Emilio Bicocchi, Lorenzo De Luca, Emanuele Gaudiano, Piergiorgio Bucci e Bruno Chimirri (che sarà la riserva).

Stasera si potrà invece assistere (ingresso gratuito nella tribuna Raffaello o nell’area prato) al tradizionale carosello dei Lancieri di Montebello, che per l’occasione per la primva volta faranno scoppiare i cannoni nell’ovale. Nonostante le temperature estive, turisti e appassionati sono stati conquistati dalle apette dello street food nel villaggio commerciale del concorso.



Ma tra il pubblico serpeggia anche il malumore. Quest’anno l’organizzazione ha messo a disposizione un’area gratuita, sopra alla tribuna Raffaello, da cui vedere le gare senza biglietto. “A seconda del punto dove ci si trova si vede solo un tratto dell’ovale di piazza di Siena. Con il pienone sarà un caos e ci saranno discussioni continue” dice MariaCristina Sottile, seduta sul prato con la figlia. Il percorso di gara è in parte visibile dall’area verde sotto alla Casina di Raffaello.

Ma la tettoia e l’impalcatura della tribuna a pagamento coprono molti angoli in cui sono posizionati gli ostacoli che i cavalieri devono saltare. “È giusto che chi paga il biglietto veda meglio. Ma se dall’area gratuita ci sono tutte queste difficoltà, allora è inutile che si inviti il pubblico a partecipare gratuitamente”polemizza Enrico Santoti, appassionato di

equitazione.

E a rinvigorire la querelle c’è la questione del prezzo dei biglietti. Oggi la tribuna costa 50 euro (250 il palco vip). Domani stessi prezzi, mentre domenica si arriva a 100 euro la mattina per la Raffaello. Per per le sedie vip la cifra è di 300 euro. «Guadagno 600 euro al mese – dice Tania Maniova, commessa – e non posso certo permettermi questi prezzi. Ogni giorno dovrebbero mettere in vendita alcuni ticket da 15 euro».

es_ES
it_IT
en_US