Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
27 set

Roma, piccole Eataly crescono il mercato si fa gourmet e prepara anche la cena

COMPOSTE di frutta, pane e biscotti biologici, salumeria, mozzarella di bufala e tante altre eccellenze gastronomiche. Piccole mini-Eataly crescono. L’imprenditore Oscar Farinetti ha fatto scuola nella Capitale, aprendo la sua Eataly nel 2012 all’ex stazione Ostiense (la prima a Torino nel 2007 e poi tante altre in Italia e nel mondo) con ristoranti, ospiti chef, corsi per cucinare e market di ogni tipo. Ma è soprattutto nell’ultimo anno che stanno aprendo dei piccoli e ricercatissimi concept-store, che sono un po’ mercato e un po’ ristorante, dove si può mangiare ad orario continuato (pranzo e cena ma anche alle 16 del pomeriggio) e si può anche fare la spesa, specialmente con prodotti biologici. Anche Farinetti, infatti, a luglio del 2015 ha inaugurato una seconda Eataly in piazza della Repubblica dove si può acquistare di tutto fino alle 2 di notte.

Domani inaugura l’Hosteria del Mercato 1870 in via Bocca di Leone, un “gioiellino” in un cortile rinascimentale nel cuore delle strade dello shopping, dove si può fare la spesa, fermarsi al juice organic bar, e mangiare ad orario continuato dalle 8,30 del mattino alle 23. L’idea è venuta a Umberto e Sara Cinelli: “Volevamo creare un market per “food lovers” – racconta Umberto Cinellli – perché fare la spesa e mangiare questi prodotti sia ogni volta un piacere ” L’Hosteria del Mercato si presenta come un elegante giardino d’inverno, piena di piante e fiori, una zona per i succhi e una market con prodotti particolari selezionati, come, ad esempio il pane di Panis Naturae e l’Azienda Sapori Unici dell’Agro Pontno con pancetta e lombetto di Cinta Senese. Ma non è il solo. Un mese fa, il 24 agosto, ha inaugurato Buff in via San Francesco a Ripa, con ristorazione e vendita, tutta di prodotti provenienti da un’azienda agricola calabrese: nei banconi mozzarella di bufala, marmellate e creme spalmabili, come quella al carciofino selvatico.

È un pioniere del biologico Vincenzo Mancino, che ha aperto Proloco Dol (di origine laziale) nel 2013 a Centocelle in via Panaroli, e nel 2014 Proloco Dol al Pinciano, in via Bergamo. “Ho sempre creduto nei prodotti bio, già nel 2001 avevo una Bio-osteria a Centocelle. Cambiamo menù tutti i giorni a seconda

dei prodotti. Il piatto più richiesto sono gli spa ghetti artiginali burro e alici”. E non è finita, il 5 ottobre inaugura ufficialmente Il Mercato Centrale Roma di Umberto Montano, che dopo Firenze arriva nella Cappa Mazzonianana della Stazione Termini: 2500 metri quadradi e circa 20 botteghe del gusto, oltre a ristoranti che “cucinano” quello che uno vede esposto. Sarà aperto dalle 7 a mezzanotte per fare la spesa ma anche assaggiare di tutto di più.

es_ES
it_IT
en_US