Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
22 feb

Roma, più aree di controllo e metal detector per le manifestazioni del 24 febbraio

Due cerchi concentrici di controllo: il primo ai caselli autostradali e lungo le principali vie consolari romane, il secondo nelle varie aree di concentramento, dove verranno utilizzati anche metal detector portatili. La Capitale si prepara alle manifestazioni di domani con un massiccio piano di sicurezza: in primo piano le misure preventive, che scatteranno già a partire da stasera.

A lavoro la polizia scientifica, che riprenderà tutte le operazioni di controllo e afflusso, così da acquisire gli elementi utili a identificare i responsabili di eventuali illegalità. Tra le indicazioni contenute nell’ordinanza di servizio della questura, il divieto di partecipare agli eventi con oggetti contundenti di ogni tipo, aste rigide (ad eccezione di quelle con anima vuota tradizionalmente usate per le bandiere), vestiario utile a nascondere il viso e ogni altro strumento potenzialmente utilizzabile per occultare la propria identità. Vietati anche caschi, elmetti o cappelli rigidi. Tutti i servizi privilegiano la fase di prevenzione, secondo un modello organizzativo consolidato e adottato anche per le circa 1800 manifestazioni del 2017.

Tutte le iniziative concentrate nel pomeriggio di sabato consentiranno di limitare disagi tra le 14 e le 16, orario in cui si stima l’arrivo dei cortei nelle rispettive piazze. In calendario un corteo organizzato da Anpi e dal Comitato “Mai più fascismi, mai più razzismi”: un evento per il quale sono attese circa 20mila persone. L’appuntamento è per le 13.30 in piazza della Repubblica, da dove partirà il corteo che arriverà in piazza del Popolo risalendo largo di Santa Susanna, via Barberini, via Sistina, piazza Trinità dei Monti e viale Gabriele D’Annunzio. A piazza del Popolo è stato allestito un palco, su cui si alterneranno letture, musica e interventi. A presentare la manifestazione sarà l’attore Giulio Scarpati.

Si comincerà con due brani musicali dei Modena City Ramblers. Seguirà quindi la lettura, da parte di studenti e studentesse, di lettere e racconti di partigiane e partigiani. Verrà poi trasmesso il videomessaggio della senatrice a vita Liliana Segre. Al termine, ancora letture della Resistenza e quindi l’intervento di Ella, una giovane rifugiata nigeriana. A seguire, un video sulle leggi razziali volute dal fascismo, poi ancora letture e l’intervento finale di Carla Nespolo, presidente nazionale dell’Anpi. Saranno i Modena City Ramblers con ‘Bella ciao’ a chiudere la manifestazione.

Un altro corteo è stato invece promosso dal sindacato Si.Cobas per l’abolizione del Jobs Act: prevista l’affluenza di circa 4.500 persone con partenza da piazza Esquilino e arrivo a piazza Madonna di Loreto. In programma anche una manifestazione statica, promossa da esponenti del movimento No

Vax contro l’obbligatorietà vaccinale, in piazza di Porta San Giovanni dalle 14 alle 18, cui dovrebbero partecipare almeno 10mila persone.

Infine, al Cie di Ponte Galeria è annunciata un’iniziativa promossa da Gruppi Antagonisti contro la normativa vigente in materia di immigrazione. Il piano scatterà dalle prime ore del mattino con controlli rigorosi ai caselli autostradali e sulle vie consolari interessate.

es_ES
it_IT
en_US