Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
17 mar

Roma, Quattrozampe in fiera: sbarca nella Capitale l’evento dedicato a cani e gatti

Prima volta a Roma per la Quattrozampe in fiera (sabato 18 e domenica 19 marzo, alla nuova Fiera) e i romani, quasi tutti con cane al seguito, hanno cominciato a far la fila dall’apertura. Insieme ai loro quadrupedi, per una volta non solo tollerati ma padroni di casa. Per loro, alla nuova Fiera di Roma, giochi acquatici, training di addestramento, agility, toeletta e poi ogni tipo di accessorio possibile. Collari, guinzagli e pettorine, ovviamente. Ma anche giochi, compresi quelli cognitivi. E sezioni dedicate agli antiparassitari.

La fa da leone però il cibo: le ultime novità nel mondo dei croccantini, senza cereali e glutine, con aggiunta di fitosteroli e alghe, melograno o zucca. E biscottini offerti sui banchi delle aziende espositrici, talmente simili a quelli per gli umani, che qualche padrone li mangia. Trovandoli anche buoni. Infine anche lo stand di un’azienda che produce mattonelle congelate di dieta Barf, carne cruda con verdure e pesce, che nel Nord Europa soprattutto ha stuoli di fedelissimi. Tanti cani e di tutte le dimensioni: ci sono i jack russel e i dogo argentini, i labrador e i terranova allo stand dei cani che si occupano di salvataggi in mare, i pitbull e un San Bernardo che sembra già sentire caldo. E, incrociandosi, mettono in atto la tecnica che l’etologo Danilo Mainardi definiva del “far finta di niente” per non essere costretti ad attaccar briga.

Fantastici, i cani. Del resto in Italia una persona su tre ha in casa un animale: circa il 60 per cento un cane, il 40 un gatto (anche loro rappresentati in fiera, in settore rigorosamente separato da quello dei cani). E i loro padroni sono disposti a spendere per loro un mucchio di soldi: secondo i dati dell’Osservatorio Quattrozampeinfiera il 70 per cento dei proprietari usa gli alimenti consigliati dai veterinari, soprattutto cibo secco (93%), compra snack e spende meno di cento euro al mese (76 per cento).

E poi le

visite dal veterinario, più di due volte all’anno (71%). Infine le spese decisamente voluttuarie: il 34 per cento degli italiani spende fino a 70 euro all’anno per guinzagli all’ultimo grido, collari con strass, cappottini di pelliccia. E anche per la toeletta non si bada a spese: almeno una volta al mese per l’86 per cento di cani e gatti. Dopo Roma Quattrozampe in fiera si sposterà a Milano (10 e 11 giugno) Napoli (23 e 24 settembre) e Padova (11 e 12 novembre).

es_ES
it_IT
en_US