Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
19 set

Roma, Raggi in Consiglio: “Deleghe separate per Bilancio e Partecipate, in arrivo due assessori”

“Come avete saputo di recente l’assessore al Bilancio ha rassegnato le sue dimissioni. Da allora ho avviato una ricerca su due nuovi assessori perchè le due deleghe, Bilancio e Patrimonio e Partecipate, che erano state inizialmente unite, tornano ad essere separate”. Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, intervenuta in aula Giulio Cesare dove si sta svolgendo l’Assemblea Capitolina. “Sto visionando diversi curricula e persone” ha aggiunto. Inizialmente abbiamo nominato Raffaele De Dominicis, successivamente sono venute meno le caratteristiche fiduciarie e nel più breve tempo possibile saranno completate e procederemo alla nomina”.

La seduta dell’Assemblea capitolina si è aperta con due minuti di raccoglimento. Il primo momento di raccoglimento è stato richiesto in ricordo dell’operaio Atac Antonio Alleori, morto folgorato in un incidente sul lavoro sulla linea Roma-Viterbo. Subito dopo, un altro minuto di silenzio è stato chiesto dal Pd per ricordare il Presidente emerito della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi.

“Siamo perplessi e colpiti. Ci aspettavamo che ci dicesse le motivazioni del perché Minenna sia andato via, ma anche e soprattutto che ci dicesse chi è il nuovo titolare dei conti del Campidoglio. Non so se lei sia al corrente del dramma vero che si sta creando nei municipi”, ha detto il capogruppo Pd in Assemblea capitolina Michela Di Biase, intervenendo nella seduta d’Aula. “Già oggi abbiamo problemi con gli Aec. Noi dobbiamo sapere se intenderete fare un assestamento in aula come avevate detto, se procederete con debiti fuori bilancio. E poi chi ce l’ha oggi la delega al Bilancio? Ce L’ha lei? Se ce l’ha lei ci lavori lei, venga in aula e affronti i problemi di questa città, assumetevi la responsabilità del governo. Roma non può assistere a discussioni che stanno uccidendo il M5s e la vita democratica di questa città; non era mai accaduto che l’aula non fosse convocata per 20 giorni, che il sindaco si sottraesse al confronto. La città non si governa su Facebook”.

“Voi cercate la pagliuzza quando avete una trave nell’occhio, dovreste tacere”, la replica del capogruppo capitolino M5S Paolo Ferrara agli interventi delle opposizioni. “Chi ci attacca oggi e cerca sterili polemiche su una scelta attenta che stiamo facendo sul nuovo assessore Bilancio, è la stessa compagine di persone che sostiene quei partiti che hanno assistito nel 2011 con Alemanno alle dimissioni di 12 assessori: voi all’epoca avete distrutto, cacciato ed espulso l’intera giunta” ha aggiunto Ferrara. Nel 2013, sempre voi, prima di sprofondare in Mafia Capitale, avete assistito a una manovra chiamata rimpasto tecnico ma che serviva a placare la fame di poltrone. È chiaro che questo è un percorso a ostacoli, voi volete impedirci di governare ma non ci riuscirete. A voi non sta a cuore Roma né i cittadini. Oggi dovevamo parlare del trasporto pubblico ma vi fa paura la consapevolezza di aver impiegato 20 anni a distruggere Atac e la consapevolezza che noi abbiamo già cominciato a risanarla. Noi qui oggi facciamo quello che conviene ai cittadini romani a danno degli interessi spregiudicati dei partiti”.

È poi intervenuta l’assessora alla Città in movimento Linda Meleo: “Quando si è insediata la giunta Raggi ci si è prospettata le necessità di stanziare 18 milioni in maniera urgente per i lavori su Metro A. Questa attività è stata effettuata, facendo dei grandi sacrifici, e si è conclusa con la delibera del 12 agosto, costruita sulla base di un piano di investimento, passaggio obbligato da parte di Atac, che è stato presentato solo l’11 agosto. Sulla base di quello abbiamo definito i fabbisogni, si è deliberata in giunta questa somma stanziata per Atac, ne è seguita il giorno stesso una determina dirigenziale, che dava piena disponibilità di questo ammontare ad Atac. Come da normativa questi soldi non potevano essere elargiti ad Atac con un bonifico, quindi questi soldi saranno dati non appena Atac presenterà lo stato di avanzamento dei lavori. Questo ci dice la legge e questo abbiamo fatto”.

E ha continuato: “Le disponibilità per Atac ci sono, sono già state messe a favore dell’azienda, i lavori sono iniziati e, quindi, quando Atac presenterà lo stato di avanzamento dei lavori noi liquideremo: i soldi ci sono, i lavori possono essere fatti”, ha detto ancora.

“Erano stati stanziati per Atac 58 milioni di euro, per la manutenzione straordinaria della linea metropolitana, che da tempo non avveniva. I 58 milioni di euro sono stati cancellati con una variazione di bilancio prima delle elezioni e di fatto Atac è rimasta senza risorse destinate agli investimenti. In quel momento non mi risulta nessuno abbia sollevato il problema”, aveva affermato in precedenza.

In serata

l’annuncio sulle Olimpiadi: mercoledì alle 14.30 in Campidoglio l’atteso incontro tra Raggi e il presidente del Coni Giovanni Malagò. Sarà presente anche il presidente del Comitato paralimico Luca Pancalli. Una seguire una conferenza stampa nella quale la sindaca dovrebbe annunciare la sua decisione sulla candidatura di Roma 2024.

es_ES
it_IT
en_US