Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
8 mag

Roma, Ranieri ritira il premio Bearzot: “Ancora non ho capito che impresa abbiamo fatto”

“Onestamente ancora non ho capito l’impresa che abbiamo fatto. Mi sono arrivate lettere da tutte le parti del mondo e oggi non mi aspettavo tutta questa folla. Posso solo ringraziare tutte le persone che sono venute e soprattutto i miei giocatori che mi hanno regalato qualcosa di impensabile. A inizio campionato eravamo partiti per salvarci e invece successo quello che è successo. E’ stato bellissimo”. Lo ha detto Claudio Ranieri, il tecnico campione d’Inghilterra con il suo Leicester, oggi a Roma per ritirare il premio Bearzot.

“Molti mi hanno chiesto se questa è la vittoria più importante, dico di sì perché non è facile vincere il titolo in Inghilterra. Ma il mio primo ‘scudetto’ (la promozione in A, ndr) l’ho vinto a Cagliari e questo non lo dimentico”, ha aggiunto Ranieri nel corso della cerimonia di consegna del premio al Salone d’Onore del Coni. Il tecnico ha reso noto che devolverà l’assegno del premio alla Onlus ‘Stefano Borgonovo’.

Nel corso della cerimonia al salone d’onore del Coni, Ranieri si è rivolto anche ai tantissimi giovani che sono venuti da ogni parte d’Italia per applaudirlo. “Alla vostra età avevo molti sogni, fui scartato per due volte dalla Roma ma non ho mai mollato e alla fine Herrera mi prese all’età di 18 anni, per cui c’è sempre speranza. Poi ho fatto una cosa

che mai avrei pensato di fare: l’allenatore. Ho voluto provare e oggi sono qua. Sto ancora cercando di imparare perché io mi sento sempre quello della Grecia” ha detto ricordando la sua avventura poco felice da ct della nazionale ellenica. “Lì o perso, qui sto vincendo, ma non mi sono mai fermato. Quindi vi dico: non mollate mai, guardate sempre avanti e non pensate allo sport per i soldi, ma per stare insieme e costruire un futuro migliore” ha concluso Ranieri.

es_ES
it_IT
en_US