Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
10 lug

Roma, rifiuti: Raggi e Muraro a Tor Bella Monaca. “Multe più alte a chi sporca, ma i cittadini facciano loro parte”

Roma non è una pattumiera e nei prossimi giorni sarà allo studio della Giunta l’ipotesi di un duro aumento delle multe “nei confronti di chi si macchia di comportamenti lesivi per le persone e l’ambiente”. Ma soprattutto “la nuova amministrazione del Movimento 5 Stelle nella capitale è pronta con “un piano a 360 gradi, che deve prendere il luogo del nulla nel quale Roma si è ritrovata” prima che i pentastellati arrivassero al potere”. Però anche i Romani devono fare la loro parte.”Riniziamo a collaborare, conferite bene i rifiuti. Aiutateci a mantenere la città pulita”. Lo ha detto Virginia Raggi, durante la sua visita stamane a Tor Bella Monaca, alla periferia della capitale. Il quartiere al centro di un video diffuso in Rete dove si vedono alcuni bambini giocare coi topi vicino ai cassonetti della spazzatura. La sindaca ha deciso di recarsi sul posto, assieme all’assessora all’Ambiente, proprio per verificare i fatti raccontati dal filmato.

Condividi

Penali per Ama. “C’è una città da riavviare – ha detto poi Raggi – stiamo iniziando qui da tor bella monaca ma in realtà tutti i quartieri presentano questi problemi. Quindi piano piano li affronteremo tutti. Non abbiamo la bacchetta magica però bisogna iniziare”. All’Ama “chiediamo il rispetto dei contratti, il contratto di servizio dovrà essere modificato. Una delle prime cose che intendo inserire sono delle penali per i dirigenti, se il servizio non viene compiuto correttamente i primi responsabili sono i dirigenti, quindi questa cosa deve essere messa nero su bianco”.

Ricucire il rapporto con periferie. “Dai rifiuti ai trasporti ai servizi, dobbiamo assolutamente prendere di nuovo contatto con le periferie, che sono state abbandonate per tanto tempo, e riportare Roma a essere tutta la città non solo il centro”. Ha detto ancora Raggi a Tor Bella. “Faremo tutto il necessario per ricucire questi luoghi al resto della città”, ha assicurato Raggi, ricordando che “E’ stata nostra premura, durante la campagna elettorale, far capire quanto fosse importante per noi questa fascia di Roma in cui vive la maggior parte dei romani, e sarà nostra premura anche durante l’azione di governo: riprenderci cura di tutta la città, cosa che per anni non è stata fatta”, ha concluso il sindaco.

No interventi spot. Sul caso dei bambini che giocavano coi topi “ci siamo subito attivati” spiega Raggi. Questa mattina sono arrivati subito dei camion dell’Ama che hanno ripulito la zona. Ovviamente però questo intervento non basta, non intendiamo fare un intervento spot che non serve a nessuno”. “Questa mattina -con il presidente del Municipio, con l’assessore e con l’assessore del Municipio già abbiamo creato un piccolo pool per gestire questa situazione e dargli continuità.

Purtroppo – ha proseguito – i bambini sono costretti a vivere e giocare in queste condizioni, non solo i bambini: qui abbiamo moltissime persone che vivono nel degrado”. I cittadini “ci hanno chiesto proprio questo, di non fare la solita passerella, perché evidentemente i cittadini sono abituati a questo, a politici che vengono, vanno, fanno appunto la passerella, magari risolvono nell’immediatezza il problema e poi lasciano la città comunque nella solita zona di abbandono. Non è questo che dobbiamo fare e vogliamo fare, quindi partiamo da qui per ricominciare a ristabilire un po’ l’ordine e la normalità”.

Raggi a un bambino: “Fai la differenziata”: Tra le persone incontrate durante il sopralluogo la sindaca ha parlato anche con un ragazzino: “Mi aspetto anche il tuo impegno per la raccolta differenziata” gli ha detto Raggi

Intantonella notte è stato siglato l’accordo con i sindacati per il rinnovo del contratto nazionali degli operatoridelle aziende pubbliche dell’igiene ambientale. Quindi è revocato lo sciopero proclamato per il 13 e il 14 luglio a Roma. Intanto, nonostante gli interventi di pulizia straordinaria effettuati da Ama, in alcune

strade tutto è tornato come prima. Ma stavolta la responsabilità è quasi tutta della maleducazione dei romani, che dove era stato pulito hanno abbandonato oggetti ingombranti: un forno e sacchetti intorno ai cassonetti, vuoti, in via Settembrini, all’angolo con piazza Mazzini, persino una vasca da bagno ai cassonetti di via de’ Calboli, all’angolo con viale Mazzini, e di nuovo rifiuti intorno ai cassonetti vuoti all’altezza di viale Giulio Cesare, civico 75.

es_ES
it_IT
en_US