Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
23 set

Roma, San Lorenzo, i bimbi di Rebibbia in via degli Apuli per un “Sabato in libertà”

Si sono uniti alle altre famiglie e per un giorno hanno potuto assaporare la libertà che non hanno. Perché sono nati e vivono in carcere. Sono i figli delle detenute di Rebibbia che hanno trascorso un intero sabato con gli asinelli ed i coniglietti portati in città proprio per loro nella sede dell’Esercito della Salvezza. Grazie all’iniziativa “Sabato in libertà con gli asinelli in città”, i bambini insieme a tante altre famiglie romane, hanno trascorso una giornata di condivisione e di gioia a contatto con la natura.

L’iniziativa. È stata promossa dall’associazione A Roma Insieme – Leda Colombini che si occupa di aiutare i bambini che nascono e che crescono nelle carceri di Roma. In occasione dell’uscita settimanale dei “sabati di libertà”, la giornata di oggi si è svolta nel Giardino Nascosto dell’Esercito della Salvezza di Roma, nel cuore del quartiere San Lorenzo. Un evento sostenuto dal Cesv (Centro servizi per il volontariato) e dall’associazione Mustag che si occupa di ristabilire il contatto dei bimbi metropolitani con la natura. Almeno una sessantina le mamme che con i loro bambini hanno potuto sperimentare con mano e capire cos’è l’onodidattica (terapia assistita con gli asinelli).

Condividi

I bambini. Erano 7 i bambini della sezione nido del carcere femminile di Rebibbia. Tutti tra i 15 mesi e i 3 anni. “Quando andiamo a prendere i piccoli per portarli fuori cerchiamo di lasciarli liberi” racconta Elena, volontaria dell’associazione da oltre 12 anni. “Loro non hanno possibilità di muoversi liberamente nel carcere perché vivono in cella con le loro mamme. Hanno un piccolo cortile a disposizione ma non sempre riescono a fruirne. In carcere in questo momento ce ne sono 10. In ogni cella ci sono due o tre mamme, a seconda dello spazio disponibile. Al mattino i bambini frequentano la scuola pubblica ma poi tornano in cella. Escono solo il sabato quando arriviamo noi”.

L’atmosfera. È stato un sabato molto speciale per questi bambini che sono stati guidati alla scoperta degli asinelli in un itinerario fatto di favole, filastrocche, ma anche di indicazioni concrete sul loro accudimento, personalità e abitudini.

Lo scopo del progetto. Francesca Danese, ex assessore alle politiche sociali e abitative

del Comune di Roma, spiega che “l’iniziativa di oggi ha un valore speciale perché le famiglie del quartiere San Lorenzo ospitano i bambini di Rebibbia. Lo scopo del progetto Famiglie al Centro è quello di aiutare tutte le famiglie, soprattutto quelle meno abbienti che possono così frequentare laboratori e progetti e avere anche uno spazio in cui vivere, nell’attesa di poter ospitare questi bimbi meno fortunati in una grande casa lontana dal carcere”.

es_ES
it_IT
en_US