Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
13 mar

Roma, scende dal bus e viene minacciato con un cacciavite e rapinato: arrestati a Termini

Brutta avventura per un 43enne romano alla stazione Termini. L’uomo era appena sceso dall’autobus a piazza dei Cinquecento, quando è stato avvicinato da un gruppo di ragazzi, che con il pretesto di una sigaretta, gli si è avvicinato per rapinarlo. I malviventi lo hanno accerchiato e sotto la minaccia di un cacciavite gli hanno rubato 180 euro, un paio di occhiali insieme ad una carta di credito e alla carta di identità. Non sono riusciti, però, a portargli via la catenina. La vittima non si è data per vinta, ha reagito e dopo aver recuperato la catenina insieme al cacciavite utilizzato per minacciarlo, nonostante fosse caduto a terra, è riuscito, anche grazie all’aiuto di un passante, a scappare, rifugiandosi all’interno di un locale.

Poi si è diretto al commissariato Viminale e ha denunciato l’accaduto, spiegando agli agenti che avrebbe potuto riconoscere senza ombra di dubbi almeno tre di loro. Grazie alle informazioni raccolte in sede di denuncia e alla visione delle immagini acquisite dalle telecamere di videosorveglianza, gli agenti hanno potuto riconoscere, dai tratti somatici e dalle fattezze fisiche, un giovane cittadino egiziano, solito gravitare nell’area della stazione Termini.

Da quel momento è scattata la caccia all’uomo, terminata

dopo poche ore in via Giolitti, dove un 30enne è stato trovato in compagnia di due amici, abbigliati esattamente come due degli altri componenti della banda. Il 30enne insieme a un 19enne e un 20enne sono stati bloccati e portati in commissariato dove la vittima, al quale è stato sottoposto un album fotografico con le loro fotografie, li ha riconosciuti. Sottoposti a fermo di polizia giudiziaria i ragazzi, tutti di origine egiziana, sono stati associati al carcere di Regina Coeli.

es_ES
it_IT
en_US