Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
22 ago

Roma, scoperti due sarcofagi romani in uno scavo in zona stadio Olimpico

Altri due tesori dell’antichità. Questa volta sono affiorati dalla terra ad una profondità di appena due metri e mezzo, durante i lavori di un cantiere dell’Acea dietro lo stadio Olimpico. E prima davanti agli occhi degli operai e dopo di quelli esperti degli archeologi della soprintendenza si sono materializzati due sarcofagi, uno dei quali decorato con un prezioso bassorilievo con putti che si abbracciano e che sollevano il cartiglio della famiglia, sicuramente abbiente, che ha sepolto lì due fanciulli, a giudicare dalla misura della tomba e dalle immagini scolpite che alludono ad un omaggio a due bambini morti.

E così per l’ennesima volta il sottosuolo di Roma restituisce a sorpresa le meraviglie di un tempo passato, che ancora non smettono di stupire. Con un particolare in più: in questa occasione la profondità del ritrovamento avrebbe lasciato i due sarcofagi alla portata di chiunque, anche perché visibili dalla strada, e così la Soprintendenza ha subito deciso, nel cuore di agosto, di trasportarli nei suoi laboratori per studiarli ed evitare anche che potessero cadere in mano di ladri o di vandali.

Ad annunciare la scoperta è la stessa Soprintendenza Speciale di Roma che spiega: “A una prima analisi potrebbero risalire al III-IV secolo d.C., ma la datazione potrà essere confermata solo dopo un approfondito esame”.

Gli operai dell’Acea erano al lavoro per mettere in opera alcune tubazioni di sottoservizi nella zona dello stadio e le tombe sono apparse poco dopo l’inizio del cantiere, come dicevamo ad

appena due metri e mezzo sotto il manto stradale, esattamente sulla pendice nord-ovest di Monte Mario, proprio dietro la curva Nord dell’Olimpico.

Lo scavo è diretto da Marina Piranomonte, con gli archeologi Alice Ceazzi, il restauratore Andrea Venier, l’antropologa Giordana Amicucci e il topografo Alessandro Del Brusco. I sarcofagi saranno analizzati, studiati e restaurati nei prossimi mesi. I risultati delle ricerche si conosceranno in autunno.

es_ES
it_IT
en_US