Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
22 set

Roma, slitta alla prossima settimana la nomina di Tutino al Bilancio

Dovrebbe arrivare la prossima settimana la nomina del nuovo assessore al Bilancio di Roma, Salvatore Tutino. Lo si apprende dal fonti del Campidoglio. Tutino, giudice della Corte dei Conti in pensione da pochi mesi, ex direttore del Secit (e di molto altro) nonché esperto di evasione fiscale e finanza pubblica – salvo sorprese – raccoglierà la breve eredità di Marcello Minenna, il dirigente Consob dimessosi il primo settembre, dopo neanche due mesi di mandato, insieme alla capo di gabinetto Carla Raineri. Mentre si sarebbe sulla buona strada per l’assessore alle Partecipate, da individuare in seguito allo spacchettamento della delega annunciata dalla sindaca: si tratterebbe di un alto rappresentate delle forze dell’ordine, il cui nome resta top secret.

Il nome di Tutino, magistrato contabile in pensione esperto di evasione fiscale, potrebbe creare malumori in seno al Movimento Cinque Stelle, ricompattato recentissimamente attorno alla Raggi dall’annuncio del no alle Olimpiadi. Il motivo? Nel 2013, sotto il governo Letta, la nomina da parte del Cdm di Tutino a consigliere della Corte dei Conti, si attirò le critiche di alcuni parlamentari del M5S tra cui Carla Ruocco.

Sotto i riflettori la designazione sua e di altri quattro giudici varata poco prima che entrasse in vigore il tetto di 300 mila euro sul cumulo di pensioni, vitalizi e stipendi pubblici. La vicenda è tornata attuale dopo la scelta di Virginia Raggi, riportando alla luce (del web) il contenuto di un vecchio post di Alessandro Di Battista che tuonava contro i “cinque esponenti della casta”.

Intanto oggi è stata ratificata la nomina di Giuliana Di Pillo, “come delegata del Campidoglio per i rapporti con il litorale”. Lo ha reso noto l’assessore capitolino allo Sviluppo economico, Adriano Meloni, interpellato all’uscita dal Campidoglio dopo la giunta comunale. Di Pillo conosce a fondo la realtà del litorale romano. E’ stata consigliera municipale nel X municipio, quello di Ostia, attualmente sciolto per mafia.

La prossima settimana, insomma sarà cruciale: non solo per la ricomposizione del puzzle amministrativo (dopo la raffica di dimissioni del 1 settembre) ma anche per la questione Olimpiadi. Lunedì si riunirà la capigruppo per decidere la data del voto della mozione che chiede a Raggi di ritirare la candidatura: martedì o giovedì. Nell’attesa del “no” ufficiale dell’Aula, la coordinatrice del comitato promotore Roma 2024 Diana Bianchedi ha inviato una lettera a ciascun consigliere dicendo: prima di votare,

chiamatemi e fatemi domande sul dossier.

Anche i giornali esteri continuano ad occuparsi della Capitale. “La Roma suburbana resta fedele ai Cinque Stelle nonostante le traversie”, ha titolato il Financial Times presentando un reportage dalla borgata di Tor Bella Monaca.

Sul fronte Pd, stamane si è tenuta una riunione tra i gruppi consiliari del Pd alla Regione Lazio e al Comune di Roma con l’obiettivo di condividere da oggi in poi impegni e strategie.

es_ES
it_IT
en_US