Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
31 ago

Roma, Sos alberi caduti nel II Municipio. “Messa in sicurezza o scuole chiuse”

Senza potatura non suonerà nessuna campanella. L’aut aut è del II Municipio che, dopo ripetuti solleciti al Campidoglio, ha deciso di lanciare l’ultimatum alla sindaca 5Stelle Virginia Raggi e all’assessora all’Ambiente, Pinuccia Montanari. A costringere il parlamentino del Salario-Parioli-San Lorenzo ad alzare la voce è stata l’ultima caduta di un albero, mercoledì mattina, davanti al liceo scientifico Righi di via Campania. Un incidente che, se si fosse verificato durante l’anno scolastico, avrebbe potuto provocare feriti tra gli studenti e i docenti dell’istituto.

“La manutenzione, la potatura e la messa in sicurezza delle alberature sono di competenza del Comune, eppure nonostante i ripetuti solleciti non c’è stato finora nessun intervento da parte del Servizio giardini e dei tecnici capitolini”, attacca Rosario Fabiano, assessore all’Ambiente del II Municipio. Negli ultimi mesi il territorio amministrato dalla minisindaca del Pd, Francesca Del Bello, è stato l’epicentro di una strage del verde caratterizzata dalla caduta di alberi come se fossero pezzi del gioco Domino. Il 12 luglio, ad esempio, un pino si è abbattuto nel giardino della scuola elementare Villa Chigi. Il giorno seguente il Municipio ha inviato una lettera all’assessora Montanari chiedendo un immediato monitoraggio delle piante ad alto fusto presenti in quella struttura, ma la richiesta è rimasta inascoltata.

“La salute e l’incolumità di studenti e professori è a rischio. Per questo motivo abbiamo informato la sindaca Raggi che se il Campidoglio non metterà al più presto in sicurezza gli alberi pericolanti del quartiere e delle scuole, gli istituti materni e elementari non avranno il nulla osta per aprire e iniziare l’anno scolastico “, annuncia l’assessore Fabiano.

Una decisione che è stata presa con la minisindaca Del Bello dopo un’analisi dettagliata delle alberature a rischio. “Per abbattere pini, platani e arbusti malati o pericolanti servono, per ogni alberatura, almeno cinquemila euro. Il Municipio ha a disposizione ventimila euro di fondi straordinari – ricorda Fabiano – ma non possiamo comunque intervenire autonomamente perché la competenza è del Comune”.

Se dunque l’assessora all’Ambiente Pinuccia Montanari non pianificherà misure straordinarie per la messa in sicurezza, in tempi rapidi, degli alberi del II Municipio, i bambini non torneranno sui banchi di scuola. Nel quartiere, ovviamente, c’è grande allarme. Anche perché negli ultimi mesi gli alberi caduti sono stati decine, da via Tiburtina a piazza Trento, e poi in via dello Scalo di San Lorenzo, in via Germania, a Corso Trieste e in viale Somalia. “Abitanti, pedoni, bambini e turisti sono a rischio – ribadisce Rino Fabiano – la salute e l’incolumità dei cittadini sono nelle mani di Virginia Raggi”.

Ma la rivolta dei minisindaci contro il Comune per la scarsa manutenzione del verde coinvolge anche il I Municipio. Nelle scorse settimane la presidente Sabrina Alfonsi e l’assessora all’Ambiente

Anna Vincenzoni avevano chiesto l’intervento del Servizio giardini dopo che un pino era caduto nel giardino di fronte alla basilica di Santa Maria in Cosmedin, dove è custodita la Bocca della Verità. Un’area frequentata ogni giorno da centinaia di turisti che, passando sotto a pini e alberi, rischiano di rimanere schiacciati da eventuali crolli. Una situazione di allarme che necessita di un urgente programma di potature e controlli da parte del Campidoglio.

es_ES
it_IT
en_US