Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
7 mag

Roma, truffa sui rimborsi del Comune: a processo consigliere Fratelli d’Italia

Un contratto di lavoro firmato apposta per fare la cresta sui rimborsi dati dal Comune. Protagonista in negativo della vicenda è l’ex consigliere municipale di Fratelli d’Italia Antonino Gemmellaro, eletto due consiliature fa nel XVII municipio di Prati, oggi confluito nel I.

L’ex amministratore pubblico è finito a processo con l’accusa di truffa aggravata insieme ai due titolari della ditta di pulizie che nel dicembre del 2009 l’hanno assunto con un contratto di lavoro part time, fino al febbraio del 2013. Secondo il pm Erminio Amelio i tre avrebbero messo in piedi una truffa in danno del Comune, per una cifra che si aggira intorno agli 89mila euro, attraverso la sottoscrizione di un contratto di lavoro ad hoc, finalizzato a ottenere i rimborsi pagati dal Campidoglio. Il consigliere municipale nelle ore in cui è andato in Consiglio è stato pagato dall’azienda per la quale prestava servizio. E l’azienda, per quella spesa, è stata rimborsata dal Comune. Tutto questo, però, sarebbe stato fatto strumentalmente.

I sospetti degli inquirenti sono sorti dal fatto che Gemellaro sarebbe stato licenziato proprio in concomitanza della sua mancata rielezione, nel giugno del 2013 e, soprattutto, dall’indisponibilità del consigliere presso l’azienda in cui avrebbe dovuto prestare servizio.

Gemmellaro è stato eletto nel 2008 nella lista Fratelli d’Italia e un anno e mezzo dopo è stato assunto part time come responsabile commerciale dell’azienda di pulizie “3Mp Terme di Galzignago”. Proprio il contratto di lavoro gli ha permesso di accumulare

il compenso per la carica di consigliere, con lo stipendio ricevuto dalla ditta di pulizie: “Dal dicembre 2009 al febbraio 2013 la società ha presentando richieste di rimborso ideologicamente false, ottenendo l’ingiusto profitto di 89mila euro, causando un danno patrimoniale di rilevante gravità per l’ente locale”. L’aggravante per Gemmellaro “è aver commesso il fatto in violazione dei doveri inerenti alla sua pubblica funzione”.

es_ES
it_IT
en_US