Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
25 mag

Roma, un giorno di concerti, assemblee e proiezioni per riaprire il Nuovo Cinema Aquila

“Il mio cuore vola alto come l’Aquila. Oggi è un buon giorno per riaprire”. Così il comitato di quartiere Pigneto-Prenestino chiama a raccolta i cittadini per una giornata dedicata alla mobilitazione per riaprire il cinema Aquila, chiuso dal 9 giugno 2015. Sabato 28 maggio sono state organizzate concerti, proiezioni e assemblee pubbliche per chiedere che lo spazio torni in funzione, preservandone le caratteristiche sociali, ma soprattutto il reintegro dei lavoratori.

“Da oltre un anno – si legge sulla pagina dell’evento su Facebook – il Nuovo Cinema Aquila è stato chiuso dall’amministrazione comunale. I lavoratori sono stati lasciati a casa e il quartiere è stato privato di uno dei pochi presidi culturali sopravvissuto all’invasione dei locali, lontano dalla movida ignorante e dallo spaccio ad essa legata”. Il comitato di quartiere accusa della chiusura del cinema “sottratto alla banda della Magliana dalle lotte di quartiere”, gli ambienti della “lobby culturale dominante che nella cultura vede solo occasioni di profitto”. Secondo loro, l’obiettivo è affidarne la gestione alla fondazione Cinema per Roma, “raggirando le norme per l’assegnazione tramite bando pubblico a una cooperativa sociale”.

Il programma. Dopo l’appuntamento delle 18.30 con la musica della Titubanda, alle 19.00 la prima assemblea pubblica per discutere sul ruolo sociale del cinema Aquila. Partecipano l’associazione Città delle Mamme e Rosa Morea, responsabile del cineforum per i centri anziani del quartiere. Poi, alle 20.15, la proiezione del film d’animazione “Un gatto a Parigi” di Jean Loup Felicioli e Alain Gagnol. Dalle 21.30 un’altra assemblea pubblica, a cui partecipano protagonisti del mondo del documentario e del cortometraggio: Mimmo Calopresti (regista “La fabbrica dei tedeschi”), Marco Luca Cattaneo (regista “Amore Liquido”), Antonio Sinisi (produttore di “Je suis Simone”), Giovanni Saulini (produttore di “Mi chiamo Maya”), Enzo De Camillis (regista

di “19 giorni di massima sicurezza”) e le Officine Multimediali. Alle 22.30 la proiezione “La lunga strada gialla” di Christian Carmosino e Antonio Oliviero, del documentario “Riprendiamoci le nostre lotte” – sulle lotte delle consulte popolari nella zona sud est di Roma dal dopoguerra agli anni ’60 – del film “Senza pace” e dei cortometraggi “Villa Gordiani” e “19 giorni di massima sicurezza”.

es_ES
it_IT
en_US