Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
10 nov

Sanità, la regione Lazio abolisce il ticket sanitario. Zingaretti: “Via dal primo gennaio”

Dal primo gennaio 2017 nel Lazio sarà abolito il ticket sanitario regionale introdotto nel 2008. Ad annunciarlo è stato il governatore della Regione Lazio, Nicola Zingaretti: “La giornata di oggi è dedicata alla giustizia sociale e segna uno spartiacque nella storia del Lazio”, ha spiegato.

La abolizione del pagamento di quella quota è così ufficiale dopo la firma di “un verbale con Cgil, Cisl e Uil” avvenuto in mattinata. Una “manovra” che, secondo i calcoli, ha poi sottolineato il governatore Zingaretti, per cittadini del Lazio porterà a un “risparmio di 20 milioni di euro”.

Il ticket regionale che verrà abolito a partire dal primo giorno del nuovo anno era stato introdotto otto anni fa dall’allora giunta guidata da Piero Marrazzo quando il disavanzo sanitario era di circa 1,6 miliardi. “Abbiamo accelerato un provvedimento che segna uno spartiacque nella storia della sanità nella nostra Regione”, ha rimarcato Zingaretti.

Il decreto venne firmato da Marrazzo, ai tempi anche commissario della sanità del Lazio, e prevedeva un contributo aggiuntivo al ticket nazionale di 15 euro per risonanza magnetica e tac, 4 euro per visita specialistica ambulatoriale, e 5 euro per fisiokinesiterapia. Costi che si andavano ad aggiungere alla quota di compartecipazione prevista da norme nazionali. Dal 2017 il così detto superticket per queste prestazioni sarà così eliminato.

“Fino a oggi ha rappresentato un ulteriore esborso da parte dei cittadini che abbiamo valutato intorno ai 170 milioni di euro complessivi. Oggi che i conti della sanità del Lazio stanno in ordine era doveroso togliere questa misura e pertanto restituire circa 20 milioni di euro all’anno ai cittadini”, fa notare Alessio D’Amato a capo della cabina di regia della sanità regionale.

es_ES
it_IT
en_US