Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
27 lug

Santa Maria della Pietà, polemica sull’ostello “fantasma”

Lucchetti, chiavistelli e cancelli sbarrati. E l’ostello per i pellegrini resta un miraggio. A denunciarlo è l’associazione ex Lavanderia, secondo cui i padiglioni 11 e 15 dell’ex ospedale psichiatrico Santa Maria della Pietà, destinati a ostello della gioventù, sarebbero ancora chiusi. “Il 20 gennaio scorso la Regione Lazio ha dichiarato che i primi 70 posti del padiglione 11 sarebbero stati disponibili ad aprile, mentre l’apertura del 15 sarebbe avvenuta poco dopo” ricorda in una nota l’associazione ex Lavanderia. Ma di fatto di quegli spazi per accogliere i giovani e i pellegrini del Giubileo della Misericordia ancora non ci sarebbe traccia.

“Se oggi qualsiasi turista andasse al Santa Maria della Pietà – dichiara Fabio Taloni, presidente dell’Ex Lavanderia – si troverebbe vittima di una beffa”. Questo perchè, prosegue Taloni, “le porte dei padiglioni 11 e 15 sono sbarrate e gli unici ad accogliere chiunque cercasse ospitalità dentro i tanti annunciati ostelli della gioventù di Roma sarebbero barattoli di vernici, catenacci e cartelli di cantiere scaduti da anni”.



Una situazione, secondo l’associazione, insostenibile e per questo motivo il presidente Taloni chiede “al presidente Zingaretti di fornire con urgenza spiegazioni alla cittadinanzia per questo ennesimo e ingiustificabile ritardo. Roma – conclude il presidente dell’associazione Ex Lavanderia- continua a essere l’unica capitale provvista sprovvista di ostelli della gioventù”.

“La Regione Lazio e la ASL Roma 1, cui appartiene la proprietà dei 37 padiglioni (12 della Regione Lazio e 25 della Asl), in questi due anni hanno avviato una ricognizione delle principali problematiche del Comprensorio e una pluralità di iniziative che trovano ora sintesi in un piano di interventi programmato, per dare un forte segnale di svolta e di migliore fruibilità di questo grande spazio urbano per la cittadinanza”, fanno sapere da La Pisana. “Prime azioni per

migliorare la fruibilità del Santa Maria della Pietà sono già state realizzate: la manutenzione del verde, il rifacimento dell’illuminazione interna (con un potenziamento di 240 punti luce per garantire maggiore sicurezza ad utenti e operatori), pannelli informativi, l’utilizzo del parco per eventi pubblici e gratuiti per i cittadini non solo di carattere sanitario ma artistico-culturali, in una visione di benessere più ampio e di partecipazione”.

es_ES
it_IT
en_US