Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
19 mar

Schick sicuro: ”Tanti problemi, ma dimostrerò di essere da Roma”

ROMA – “Le cose non stanno andando esattamente come immaginavo, ma dimostrerò di essere da Roma. Non voglio andare via”. Patrik Schick ci mette la faccia e dal ritiro della Repubblica Ceca torna a parlare di Roma, delle difficoltà incontrate nei suoi primi mesi in giallorosso ma soprattutto della voglia di invertire la rotta: “Ho provato a non sentire la pressione, ma è impossibile – rivela -. Sono stato uno degli acquisti più costosi in Italia, ho ancora 22 anni e devo abituarmi a tutto questo. A Roma la pressione è sicuramente maggiore rispetto ad altre parti, ma voglio ripagare la fiducia del club. Ora tutto dipenderà da me, da quello che dimostrerò”.

PROBLEMI – E sarà più facile farlo con la testa libera ora che i problemi al cuore e i guai muscolari sono alle spalle: “Non voglio cercare scuse, ma all’inizio è stato difficile. I problemi al cuore mi hanno impedito di fare la preparazione estiva, poi sono arrivati quelli muscolari e forse ho avuto troppa fretta di scendere in campo. Ma non vedevo l’ora di cominciare. Il mio corpo, però, non era ancora pronto e i miei muscoli non hanno retto”.

AUTOSTIMA – Ora però Schick è tornato a disposizione e conta sulle gare che mancano da qui a fine stagione per convincere Di Francesco a puntare con costanza su di lui. Anche se rivela come la posizione di esterno destro non sia esattamente la sua preferita: “Quando sono arrivato giocavo da esterno, non è il mio ruolo ideale, ma questo non vuol dire niente, sono felice per ogni opportunità che ho di scendere in campo. Non voglio mentire, non è una situazione semplice, devo recuperare un po’ di autostima. E’ vero che non ho iniziato bene, ma può finire in modo completamente diverso: abbiamo tante partite prima della fine della stagione e dipenderà tutto da come mi allenerò, solo così potrò entrare in formazione e giocare”.

DZEKO – Certo, convincere Di Francesco a privarsi di Dzeko in questo momento non sarà semplice. Schick lo sa bene: “Edin è uno dei migliori centravanti del mondo. Parla ceco e c’è grande alchimia tra di noi, ogni allenamento mi spinge a fare sempre meglio. Non credo mi percepisca come un rivale perché è in una fase della carriera in cui se lo può permettere. Cosa prenderei da lui? Tutto: è un attaccante di livello mondiale, una bravissima persona ed è probabilmente il mio più grande amico nella squadra”.

es_ES
it_IT
en_US