Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
25 mag

Tiburtina, lavoratori senza stipendio da mesi: “Stop al cantiere”

Stop al cantiere per l’allargamento della Tiburtina dopo l’ennessimo rinvio del pagamento degli stipendi impegnati. Sindacati e lavoratori sono in rivolta: “Abbiamo fermato il cantiere per l’adeguamento di via Tiburtina e abbiamo proclamato lo stato di agitazione e lo sciopero permanente. Da 5 mesi non riceviamo alcuna retribuzione ma solo promesse vaghe che rischiano di far saltare un’opera della viabilità capitolina fondamentale ma al centro di contenziosi e continui ritardi”.

“Basta. La misura è colma – affermano esasperati i lavoratori, assistiti dai sindacati territoriali di categoria Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil – non si può finanziare la società (Tiburtina Scarl facente capo alla Tecnis, rientrata in regime di amministrazione ordinaria dopo il commissariamento giudiziale) con la nostra fatica! Dove sono i nostri soldi? Abbiamo lavorato dunque pretendiamo le nostre spettanze”.

“Abbiamo più volte rappresentato al Comune di Roma, stazione appaltante dei lavori, le incresciose condizioni in cui versano i lavoratori e lo stato dell’arte dell’opera, per la quale la cittadinanza ha dovuto sostenere numerosi disagi e che oggi rischia persino di rimanere incompiuta, con conseguente dispendio di energia e denaro pubblico

– sostengono Remo Vernile della Feneal Uil Roma, Domenico Facchini della Filca Cisl Roma, Eric Wibabara della Fillea Cgil Roma e Lazio -. Ci riteniamo profondamente insoddisfatti degli incontri avuti ad oggi e chiediamo al Comune di Roma una seria assunzione di responsabilità, attraverso l’attivazione dei poteri sostitutivi per procedere al pagamento delle retribuzioni arretrate. La tensione è altissima, non è più tempo di parole, adesso vogliamo i fatti”

es_ES
it_IT
en_US