Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
6 feb

Tivoli, prof scrive sul muro di scuola: “Era solo un sonetto d’amore”

Non è nuovo a gesti eccentrici il professor Piero (nome di fantasia, ndr) che domenica sera, a Tivoli, è stato trovato dai carabinieri all’interno del cortile del liceo Isabella d’Este. Stava lì, di fronte alle finestre, le tasche piene di pennarelloni; in mano ne aveva uno e con questo vergava un sonetto sulla finestra, sostiene lui, deturpava gli esterni della scuola, sostengono i carabinieri e anche la legge.

I militari si sono fermati. Lo hanno riconosciuto e gli hanno chiesto cosa stesse facendo. E il sessantaduenne professore di matematica al professionale Olivieri di via Mazzini, sempre Tivoli, ha risposto: “Ma come, non vedete? Compongo”. Si è preso una denuncia per imbrattamento di edifici.

Il “sonetto” – “Roxana befana ma la lattina Fanta quando mi arriva? Attendo fiducioso e speranzoso. E Daje! Le poste stanno forse in sciopero? Firmato: Le Diable”; “Scusa amore non lo faccio più Le Diable” – era dedicato a tale Roxana che ora i carabinieri stanno cercando di identificare.

Così come stanno cercando di capire se questa vicenda abbia qualche legame con il procedimento penale che vede proprio il professor Piero quale indiscusso protagonista.

Qualche mese fa, infatti, una serie di segnalazioni di alunni e alunne dell’istituto professionale in cui insegna, lo fecero finire nel mirino degli investigatori, coordinati dal procuratore capo di Tivoli Francesco Menditto e dal sostituto Andrea Calice.

Il professore, infatti, era uso rivolgersi agli alunni con un “linguaggio inappropriato”, adoperando spesso metafore sessuali o addirittura scrivendo sul registro di classe frasi come: “L’alunna Angela (nome di fantasia, ndr) per compito a casa deve assumere una posizione a novanta gradi”. Per non parlare degli apprezzamenti nei confronti delle alunne sempre a sfondo sessuale.

Per questi comportamenti la dirigente scolastica lo ha sospeso per dieci giorni. Un provvedimento amministrativo finito lì. Mentre la denuncia penale è andata avanti. Il professore infatti è indagato per il reato di molestie, un “reato contenitore ” spiegano gli inquirenti, che stanno ancora indagando per ricostruire più esattamente il quadro.

Tanti i punti ancora oscuri, infatti. Era solo il linguaggio

inappropriato o c’è ancora altro?, si domandando infatti gli investigatori che in questi ultimi mesi hanno sentito tutte le persone coinvolte nella vicenda, individuando le ragazze bersaglio favorito.

Adesso stanno cercando di scoprire chi sia Roxana, se un’alunna del liceo Villa D’Este, come tutto lascerebbe supporre, o qualcun altro. In quest’ultimo caso, perché Piero sarebbe andato a comporre i suoi sonetti proprio sulle finestre di quella scuola?

es_ES
it_IT
en_US