Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
30 set

Udinese-Lazio 0-3, Inzaghi vola sulle ali di Immobile e Keita

UDINE – La Lazio si riscopre bella di notte, l’Udinese mostra un volto a tratti allarmante. I biancocelesti rimangono attaccati al treno europeo con una vittoria autorevole e convincente (0-3) alla Dacia Arena, cambiando nuovamente assetto tattico e trovando una risposta confortante soprattutto da Ciro Immobile e Keita Balde Diao, che a differenza del match con l’Empoli si cercano con continuità (coadiuvati da un Felipe Anderson riportato nel terzetto d’attacco) e vanno a segno tre volte. I ragazzi di Iachini deludono ancora una volta, perdendo nuovamente in casa dopo aver già ceduto nella rocambolesca sfida contro il Chievo.

LAZIO RINNOVATA – Inzaghi, senza Bastos e Radu, decide di riporre nel cassetto la difesa a 3, affidandosi al modulo che ne ha contraddistinto la carriera di tecnico in Primavera. La Lazio ritorna così al 4-3-3, con Parolo che si prende la regia per l’assenza di Biglia e l’inedita coppia di esterni bassi Patric-Lukaku. Per l’Udinese lo spartito è il solito (4-3-1-2) e i ballottaggi relativi alla fascia sinistra e al ruolo di intermedio destro vengono vinti da Adnan e Badu su Armero e Fofana. I friulani provano a far valere i cross per le due torri Zapata e Perica, il colombiano si rende pericoloso al 9′ – colpo di testa alto – ma è un fuoco di paglia. Inzaghi invita costantemente Lukaku a sovrapporre su Keita, vuole il due contro uno con Heurtaux che non ha il passo degli esterni laziali. Quando sale di ritmo Keita la Lazio diventa pericolosissima. Sul destro da fuori dell’attaccante una deviazione di Danilo si rivela fondamentale per mantenere lo 0-0, dal corner seguente arriva il gol. Anderson per la testa del solito Milinkovic-Savic, sponda perfetta per Immobile, dimenticato da Adnan e tenuto in gioco da Zapata: incornata a incrociare e vantaggio ospite. L’ultimo brivido del primo tempo lo firma De Paul con un destro che termina di poco a lato, ci si aspetta un’Udinese arrembante nella ripresa ma è la Lazio a dilagare.

TRIS SERVITO – Le ripartenze biancocelesti sono ingovernabili per una difesa lenta (e per metà ammonita dopo il primo tempo) come quella dell’Udinese. Keita e Felipe Anderson duettano a piacimento, il brasiliano sfiora il vantaggio con un destro da fuori deviato prima di mandare in porta il compagno per il raddoppio. Difesa friulana posizionata in maniera rivedibile, il 10 laziale legge i problemi di Danilo e Felipe e scatena in profondità Keita, che batte Karnezis con un tocco di punta sull’uscita del greco. L’Udinese accusa il colpo, Parolo trova Lulic in area di rigore, il bosniaco fa da sponda per Immobile che con l’interno del destro manda il match in soffitta. Iachini prova a smontare e rimontare il giocattolo richiamando forse il migliore dei suoi, De Paul, per inserire Peñaranda. L’ultimo a volersi arrendere è Perica, imbeccato due volte da sinistra e in entrambi i casi murato dall’attento Strakosha, al terzo gettone consecutivo da titolare per i problemi fisici di Marchetti. I pochi tifosi dell’Udinese abbandonano lo stadio, Inzaghi fa rifiatare Keita e Immobile per Djordjevic e Lombardi con il baby laziale che colpisce il palo su invito di Lulic dopo nemmeno 10 secondi dal suo ingresso in campo. Il triplice fischio di Russo (che pure nega un probabile penalty ai padroni di casa per un contatto Hoedt-Perica) arriva come un sollievo per Danilo e compagni: vince nettamente la Lazio ed è un successo meritato, che la porta momentaneamente al terzo posto in classifica in coabitazione con il Chievo.

UDINESE-LAZIO 0-3 (0-1)

Udinese (4-3-1-2): Karnezis 5.5; Heurtaux 5, Danilo 5, Felipe 5, Adnan 5; Badu 5.5 (33′ st Jankto sv), Kums 5.5, Kone 5.5; De Paul 6 (18′ st Peñaranda 5.5); Perica 6, Zapata 5.5. (Perisan, Scuffet, Angella, Armero, Wague, Balic, Lucas Evangelista, Fofana, Jankto, Lodi, Matos). All.: Iachini

Lazio (4-3-3): Strakosha 6.5; Patric 6, de Vrij 6.5, Hoedt 6, Lukaku 6; Milinkovic-Savic 6.5, Parolo 6.5, Lulic 6.5 (40′ st Leitner sv); Felipe Anderson 6.5, Immobile 7 (32′ st Lombardi 6), Keita 7 (25′ st Djordjevic). (Borrelli, Vargic, Prce, Wallace, Cataldi, Murgia, Kishna). All.: Inzaghi

Arbitro: Russo

Reti: 28′ pt Immobile, 9′ st Keita, 16′ st Immobile

Ammoniti: Heurtaux, Felipe, Patric

Recupero: 1′ e 3′

es_ES
it_IT
en_US